Piaggio Aerospace, Urso risponde a Pastorino: amministrazione straordinaria prorogata

Emersa anche apertura verso Leonardo: «Per noi la scelta più naturale sul territorio»

Piaggio Aerospace, Urso risponde a Pastorino: amministrazione straordinaria prorogata

Il ministro del Made in Italy Adolfo Urso ha risposto a un’interrogazione del deputato del Pd Luca Pastorino sulla questione Piaggio Aerospace lasciando intendere che l’amministrazione straordinaria verrà prorogata per un altro anno.

«Sussistono i presupposti per la proroga dell’amministrazione straordinaria di Piaggio Aerospace per un altro anno, al fine di completare al meglio la procedura per l’assegnazione di questa importante, strategica azienda italiana, mentre prosegue l’azione di rilancio» riporta l’Agenzia Dire. Urso nel prossimo fine settimana sarà a Genova e, sabato, farà un sopralluogo anche allo stabilimento di Piaggio. Il ministro dice anche di concordare con quanto sollecitato da Pastorino, ovvero di valutare un possibile ingresso di Leonardo. «Sono convinto che Leonardo potrebbe giocare un ruolo in questo contesto e ho personalmente sollecitato la governance a valutare questa opportunità. Tuttavia, la decisione è rimessa alle strategie e alle scelte di Leonardo stessa, che è quotata in borsa e risponde alle regole del mercato».

«Ho appreso con positività l’intenzione del governo, così come è emersa una chiara apertura nei confronti di Leonardo», commenta Pastorino, al termine del question time.

«Il ministro ha concordato con me importanza e strategicità di Piaggio, così come si è detto convinto che Leonardo potrebbe giocare un ruolo fondamentale in questo contesto. Registro questa risposta come una promessa e mi auguro che il previsto appuntamento del ministro con i sindacati dei lavoratori di Piaggio Aerospace del prossimo sabato 9 marzo sia l’occasione per incontrare tutte le parti coinvolte. Aggiungo che quella di Leonardo è per noi la scelta più naturale sul territorio. Auspichiamo che sia presto perseguito l’obiettivo del coinvolgimento di una società pubblica e/o privata, per tutelare i livelli occupazionali di Piaggio, perché oggi l’azienda – numeri alla mano – è un’azienda che sta bene».

Nella sua risposta, Urso ha ripercorso brevemente la storia di Piaggio, ricordando che è in amministrazione straordinaria dal 2018 e che è in corso la valutazione di cinque offerte per l’acquisto arrivate nel terzo e ultimo bando, dopo i primi due andati deserti. Il governo, dice ancora Urso, «valuta l’azienda tra i 70 e gli 80 milioni. Quindi una realtà attiva, tecnologicamente avanzata e di rilevanza strategica non solo per la Liguria, ma per tutto il panorama industriale italiano». Infine, ha ricordato che lo scorso anno Piaggio ha avuto un giro d’affari superiori ai 100 milioni e per quest’anno si prevede un incremento del 20%.

L’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessio Piana commenta: «Una possibilità che, se in linea con le strategie di Leonardo, potrebbe davvero rappresentare un punto di svolta per il futuro dei siti produttivi di Villanova d’Albenga e di Genova, oltreché per il mantenimento dei livelli occupazionali. Sabato il ministro Urso sarà in Liguria e avrà modo di confrontarsi in prima persona con le istituzioni locali, i lavoratori, le rappresentanze sindacali e le associazioni datoriali. Dialogo che in questi anni non abbiamo mai fatto mancare e che, recentemente, ci ha visto lavorare, come sistema Liguria, per traguardare una soluzione che potesse garantire la continuità occupazionale e la salvaguardia del valore strategico industriale che Piaggio Aerospace rappresenta in Liguria e in Italia. E siamo convinti che la strada tracciata dal Governo, e ribadita oggi dal ministro, sia quella giusta».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here