Hennebique: assegnata concessione di 90 anni ai futuri gestori, lavori al via dopo la firma ufficiale

Questa settimana la Rti formata da Vitali spa e Roncello Capital srl farà un aggiornamento sulle tempistiche

Hennebique: assegnata concessione di 90 anni ai futuri gestori, lavori al via dopo la firma ufficiale

Il comitato di gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale ha deliberato il rilascio della concessione in via definitiva a favore di Hennebique srl, la società costituita ad hoc dal Rti Vitali spa/Roncello Capital srl, finalizzata alla ristrutturazione dello storico ex-silos granaio del porto di Genova, al recupero del compendio di pertinenza e alla gestione dello stesso.

L’atto di concessione, della durata di 90 anni, “andrà a restituire alla cittadinanza − si legge nella nota dell’Adsp − un’area polivalente di fruizione pubblica con il pregio di trovarsi in una posizione centrale tra il polo passeggeri del porto di Genova e le principali attrazioni della città, lungo un percorso panoramico che idealmente mette in connessione il Waterfront di Levante con la Darsena, attraverso l’area del Porto Antico, per proseguire fino al parco della Lanterna, a sua volta oggetto di un importante intervento di valorizzazione nell’ambito della realizzazione del nuovo Tunnel subportuale. Con l’odierno rilascio della concessione, i lavori propedeutici avviati nel novembre dello scorso anno, potranno entrare nel vivo”.

In questi giorni la firma ufficiale a cui seguirà l’avvio delle attività. Dalla Vitali emerge soddisfazione e la voglia di avviare i lavori il più presto possibile.

In disuso dagli anni Ottanta, nel 2019 Regione Liguria, Autorità di Sistema Portuale, Comune di Genova e Soprintendenza, in collaborazione con il Dipartimento di Architettura dell’Università di Genova, hanno siglato un accordo di programma per stabilire i criteri per la riqualificazione di Hennebique. A giugno dello stesso anno, Adsp ha avviato la procedura di gara per l’assegnazione di una concessione di 90 anni con l’obiettivo di salvaguardare quelle caratteristiche costruttive e stilistiche di Hennebique che lo rendono un elemento distintivo del waterfront genovese. Data la rilevanza dell’intervento, il progetto è stato inserito nel Programma straordinario di investimenti urgenti per la ripresa e lo sviluppo del porto e della città di Genova (“Decreto Genova” Legge 109/2018).

Conclusa la fase di procedura ad evidenza pubblica, a dicembre del 2020 è stato firmato l’Atto di sottomissione tra Adsp e il soggetto vincitore del bando l’rti fra Vitali spa e Roncello Capital srl per consentire lo sviluppo delle fasi di progettazione e le attività propedeutiche all’esecuzione dei lavori per  la riqualificazione di Hennebique. Il progetto presentato prevede la trasformazione del compendio in uno spazio pubblico polivalente che ospiterà, tra l’altro, uffici, servizi ricettivi, percorsi culturali e museali di documentazione dell’edificio stesso, eventi per la cittadinanza e occasioni di aggregazione, con gallerie commerciali, bar e ristoranti in aree suggestive come la nuova banchina affacciata sul mare e la terrazza panoramica. Inoltre, è previsto l’ampliamento dei servizi crocieristici, nella parte di ponente del compendio.

La scoperta del rio Sant’Ugo, che scorre sotto l’omonima via e finisce proprio vicino alle  fondamenta dell’edificio ha costretto le aziende a elaborare una variante di progetto per il parcheggio interrato che ha ulteriormente rallentato il via ai lavori.

Gli altri atti dell’Adsp

Nel compendio di Genova sono stati rilasciati titoli concessori temporanei a favore di Autostrade per l’Italia spa relativamente ad aree per la cantierizzazione dei lavori del nuovo Tunnel subportuale.

Ponente

In tema di potenziamento dell’ultimo miglio ferroviario, il comitato odierno ha rilasciato in favore di Psa Genova Pra’ autorizzazioni (ex art. 24 Reg. Cod. Nav.) per consentire una serie di miglioramenti dell’efficienza del parco ferroviario a servizio del terminal contenitori tra i quali la realizzazione di due binari “tronchini” per la sosta dei mezzi ferroviari in manutenzione. Inoltre, nel compendio demaniale di Voltri, è stata concessa per 4 anni (con licenza ex art. 36 cod. nav.), un’area di circa 129 mila mq in favore di Rfi spa per la cantierizzazione delle opere del Progetto Unico Terzo Valico – Nodo di Genova.

Restando nello stesso ambito demaniale, il board ha rilasciato anche la licenza (ex art. 36 cod. nav.) in favore dell’Associazione Pescatori Sportivi Voltresi per consentire la messa in opera di un corridoio di alaggio stagionale con posizionamento dei paioli per il varo delle imbarcazioni di proprietà dei soci.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here