Gratuità e riduzioni tariffarie nel Tpl: +700% abbonamenti annuali sui treni e +238% nei primi due mesi 2024

Occorrerà capire in quanti avevano la scadenza a fine 2024 e hanno atteso l'entrata in vigore delle nuove tariffe per rinnovarlo, "drogando" così questo incremento

Gratuità e riduzioni tariffarie nel Tpl: +700% abbonamenti annuali sui treni e +238% nei primi due mesi 2024

Un aumento di oltre il 700% degli abbonamenti annuali al trasporto ferroviario regionale, passati da 1.040 nel primo bimestre 2023 a 8.344 nello stesso periodo di quest’anno.

È l’effetto delle agevolazioni garantite a partire da gennaio da Regione Liguria: la gratuità nel tragitto casa-scuola (o Università o enti di formazione professionale) degli abbonamenti mensili e annuali per gli under 19 e lo sconto del 50% per gli under 26; lo sconto dell’80% per i residenti nei Comuni delle Cinque Terre nella tratta Spezia-Levanto, valido anche per i proprietari di immobili a uso abitativo e i componenti del rispettivo nucleo famigliare; la non applicazione degli aumenti previsti per gli abbonamenti mensili e annuali dei pendolari. Per queste categorie, gli abbonamenti mensili e annuali sottoscritti nei primi due mesi del 2024 sono stati complessivamente circa 12 mila.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti afferma: «Le agevolazioni partite a gennaio hanno già prodotto un risparmio per le famiglie liguri di oltre 4,3 milioni di euro. Riteniamo che questa misura produca almeno altri due effetti positivi: incentiva e favorisce la mobilità sostenibile su ferro, determinando una migliore qualità dell’aria, e determina una fidelizzazione degli utenti del trasporto ferroviario. A questo si sommano le politiche tariffarie di Amt sulla città di Genova con ulteriori benefici per i cittadini e per l’ambiente visto è più conveniente usare il mezzo pubblico rispetto a quello privato. Sul trasporto pubblico locale stiamo investendo moltissimo, con il rinnovo completo della flotta di 48 treni regionali che sarà completato entro fine anno: abbiamo una delle flotte regionali più moderne d’Italia. Se a questo aggiungiamo gli investimenti in corso sui diversi tratti di Ciclovia Tirrenica con la possibilità anche di far viaggiare gratuitamente la bici sul treno credo davvero che Regione Liguria e la città di Genova siano le più avanzate dal punto di vista della politica green e dell’integrazione dei sistemi di trasporto pubblico locale».

Per quanto riguarda gli studenti, under 26 e under 19, gli abbonamenti complessivi, mensili e annuali, sottoscritti da gennaio a oggi sono stati quasi 8.500.

A questi si devono aggiungere 387 abbonamenti mensili e annuali acquistati con uno sconto dell’80% dai residenti delle Cinque Terre e altri 3.057 abbonamenti mensili e annuali emessi alle categorie degli aventi diritto in modalità manuale già a dicembre per avviare quanto prima senza disservizi per l’utenza la misura degli sconti, in attesa dell’adeguamento dei sistemi informativi di Trenitalia.

In particolare, da gennaio a oggi gli studenti under 19 hanno sottoscritto gratuitamente 5.691 abbonamenti mensili o annuali (di cui 5.429 annuali) mentre gli under 26 hanno acquistato a metà prezzo 2.898 abbonamenti annuali e mensili, preferendo comunque questi ultimi (2.546).
I residenti delle Cinque Terre hanno acquistato con l’80% di sconto 387 abbonamenti mensili e annuali, di cui 238 annuali, per la tratta Spezia-Levanto.

Nuovo piano tariffario Amt: +238% abbonamenti annuali +12% passeggeri

30.500 abbonamenti annuali (di cui il 20% totalmente nuovi), 58.000 City-pass gratuiti e +12% di passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2023. Sono i risultati del primo periodo di sperimentazione della nuova politica commerciale proposta da Amt, l’Azienda Mobilità e Trasporti del Comune di Genova, deliberata dalla Città Metropolitana di Genova ed entrata in vigore il 15 gennaio 2024 fino al 15 gennaio 2025.

Le CityPass gratuite emesse dall’8 gennaio al 26 febbraio sono state 58.000, così suddivise: 25% fra gli under 14 e 75% tra gli over 70, che possono usufruire gratuitamente del Tpl dalle ore 9.30 per agevolare l’utilizzo della rete e distribuire i carichi nel corso della giornata.

Dei nuovi abbonamenti annuali, che comprendono tutta la grande rete Amt (urbana bus, provinciale bus, metro, ascensori, funicolari, ferrovia a cremagliera, ferrovia Genova Casella, linea 782 Santa Margherita Ligure-Portofino, Navebus, Volabus e Trenitalia in ambito urbano genovese), ne sono stati acquistati complessivamente 30.500 tra ordinari da 295 euro, under 26 da 200 euro e agevolati da 120 euro, con un incremento del 238% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando ne erano stati venduti circa 9.000. Occorrerà capire in quanti avevano la scadenza a fine 2024 e hanno atteso l’entrata in vigore delle nuove tariffe (e questo riguarda anche i treni) per rinnovarlo, “drogando” così questo incremento.

Inoltre, nel periodo compreso tra il 15 gennaio e il 26 febbraio 2024, raggiunto anche l’obiettivo dell’incremento dei passeggeri, aumentati del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

A questi numeri si aggiungono anche le iniziative per la riduzione degli spostamenti privati inquinanti e, quindi, delle emissioni climalteranti, quali l’iniziale gratuità della metropolitana nelle fasce orarie non di punta (dalle 10 alle 16 e dalle 20 alle 22) per spingere sull’utilizzo del Tpl elettrico e la gratuità degli impianti verticali tutto il giorno, 7 giorni su 7.

Tali misure hanno generato un incremento dell’utilizzo di questi sistemi di oltre il 40% e, nel biennio 2022/2023, una riduzione del chilometraggio privato pari 67,7 milioni di km, con un contenimento del NoX pari a circa 13 tonnellate. Per il biennio 2024/25 si stima un effetto pari a 399 milioni km di minori spostamenti privati inquinanti con un contenimento del NoX pari a circa 79 tonnellate. La Regione Liguria e il Comune di Genova hanno richiesto al ministero della Transizione Ecologica di utilizzare gli appositi fondi regolamentati dall’Accordo del dicembre 2021 per supportare finanziariamente le misure adottate e sopra descritte.

«I risultati ottenuti in queste prime settimane dall’entrata in vigore delle nuove tariffe Amt sono estremamente positivi – dichiara il sindaco di Genova Marco Bucci – Gli abbonamenti annuali sono triplicati rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, un segnale che dimostra come i genovesi abbiano scelto di utilizzare i mezzi pubblici con sempre maggiore frequenza. I passeggeri sono aumentati del 12%, le gratuità della metropolitana e degli impianti verticali si confermano un sistema estremamente apprezzato dai cittadini e dai turisti. I numeri dicono che stiamo andando nella giusta direzione. Il servizio del trasporto pubblico locale sarà sempre più capillare e sostenibile dal punto di vista ambientale nei prossimi anni, stiamo effettuando grandi passi in avanti per la mobilità nella nostra Genova».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here