Nuovi treni metropolitana: entro fine anno il primo sarà in servizio

Sopralluogo allo stabilimento Hitachi Rail che ha vinto l'appalto per costruire 14 treni (valore 70 milioni)

Nuovi treni metropolitana: entro fine anno il primo sarà in servizio

L’assessore ai Trasporti Matteo Campora, con una delegazione di tecnici del Comune di Genova e di AMT, ha visitato oggi a Pistoia lo stabilimento di Hitachi Rail dove è in avanzata fase di costruzione la flotta di 14 nuovi treni di quarta generazione che supporteranno lo sviluppo della rete metropolitana di Genova. È previsto che il primo dei nuovi mezzi entri in servizio entro il prossimo dicembre, mentre gli altri saranno aggiunti alla frequenza di uno al mese.

Ciascun veicolo, bidirezionale e lungo 39 metri, sarà composto da 4 semicasse con una capacità complessiva di 290 passeggeri, di cui 48 seduti. Circoleranno in composizione doppia, quindi per una lunghezza complessiva di 78 metri e una capacità di ospitare 580 viaggiatori. Saranno dotati di aria condizionata e di un sistema informativo per il pubblico. Inoltre, affinché sia garantita una maggiore flessibilità di esercizio, questi treni sono realizzati in modo da poter operare in accoppiata anche con i veicoli di terza generazione attualmente in servizio.

«È stato un grande piacere poter visitare gli stabilimenti di Hitachi Rail e vedere da vicino la qualità e l’avanzamento della produzione dei treni che renderanno la nostra metropolitana all’avanguardia a livello europeo – dichiara Campora – l’estensione della metro, che consideriamo un asset strategico del trasporto pubblico locale, è per noi un obiettivo prioritario. Sotto questo aspetto la nuova flotta consentirà di offrire un servizio di alta qualità contribuendo a collegare sempre più persone attraverso soluzioni di trasporto sostenibile indispensabili per ridurre l’impronta ambientale dei trasferimenti ‘interni alla città e aumentare l’appeal del servizio pubblico, riducendo i tempi di spostamento e aumentando la qualità del servizio stesso».

L’appalto di circa 70 milioni, che dopo apposita procedura di gara Amt ha aggiudicato a Hitachi Rail nel 2021, include la produzione e la messa in servizio dei treni. Questa fase avverrà dopo l’esecuzione delle prove in fabbrica e in linea previste dalla normativa vigente. A valle di questi test sarà istituita una commissione per l’immissione in linea dei veicoli il cui compito sarà quello di verificare i test già eseguiti e di procedere agli ultimi collaudi. La Commissione comprenderà rappresentanti del ministero dei Trasporti, di Ansfisa e di Amt.

Alla delegazione proveniente da Genova, e comprendente anche rappresentanti di Amt, Hitachi Rail ha illustrato alcune delle proprie attività e commesse in produzione, nonché la tecnologia del sito di Pistoia dove, insieme agli altri siti italiani, si lavora allo sviluppo di soluzioni innovative per la mobilità.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here