Integrazione digitale, protocollo d’intesa tra Polo Logistica FS e AdSP mar ligure Orientale

Tra il Port Community System dell’AdSP e i sistemi tecnologici delle società del Polo

Integrazione digitale, protocollo d’intesa tra Polo Logistica FS e AdSP mar ligure Orientale

Il Polo Logistica del Gruppo FS e l’Autorità di Sistema Portuale mar ligure Orientale hanno siglato il primo protocollo d’intesa per promuovere l’integrazione digitale tra il Port Community System dell’AdSP e i sistemi tecnologici delle società del Polo.

L’accordo è stato firmato dall’amministratore delegato di Mercitalia Logistics Sabrina De Filippis e dal presidente dell’Autorità di Sistema Portuale mar ligure Orientale Mario Sommariva.

L’intesa permetterà di avviare uno scambio informatico di dati relativi ai principali processi dedicati ai servizi di trasporto ferroviari che si originano o arrivano nei porti di competenza dell’AdSP, iniziando da quello della Spezia, proseguendo per il retroporto di Santo Stefano Magra ed estendendo poi al porto di Marina di Carrara. La comunicazione tra i sistemi informativi e digitali delle due realtà permetterà una migliore programmazione e gestione delle operazioni ferroviarie dei vari attori coinvolti nella filiera, velocizzando i processi sia operativi, come manovre o operazioni di carico e scarico, sia commerciali dedicati alle spedizioni, come le lettere di vettura.

Il tutto a vantaggio di una maggiore competitività del trasporto ferroviario e intermodale da/per il porto della Spezia. Un porto in cui ogni anno il Polo Logistica, da un lato, movimenta con Mercitalia Shunting & Terminal, insieme alla società Lssr, tutto il traffico ferroviario in ingresso e in uscita, mentre dall’altro, ha relazioni attraverso i collegamenti giornalieri di Mercitalia Rail. Senza dimenticare il retroporto di Santo Stefano Magra, il cui terminal rappresenta il più importante tassello di sinergia e di sviluppo tra Mercitalia Logistics ed AdSP del mar ligure Orientale. Tutto questo traffico oggi comporta la gestione di informazioni e documenti in modalità tradizionale e l’integrazione dei sistemi digitali consentirà di risparmiare enormemente sulle procedure e di migliorare la qualità complessiva dei servizi.

Il protocollo si inserisce in una visione sistemica che considera le realtà portuali come hub fondamentali per l’intermodalità, ed è parte di un programma più ampio che il Polo Logistica sta promuovendo con tutte le entità portuali e interportuali. L’obiettivo è quello di favorire, attraverso soluzioni innovative, la massima collaborazione e connessione tra i diversi segmenti del trasporto, a beneficio di un importante efficientamento dei processi e dei servizi offerti, unica chiave per generare valore per l’industria e per i territori.

«Il Polo Logistica del Gruppo FS sta portando avanti un importante piano di sviluppo del settore della logistica, ponendo particolare attenzione alle connessioni e allo sviluppo intermodale e tecnologico – ha dichiarato Sabrina De Filippis, amministratore delegato di Mercitalia Logistics. – La firma di oggi rappresenta un passo importante per Mercitalia ai fini della integrazione modale e rappresenta una prima fase di un percorso di integrazione digitale anche con altri attori, estendendo il perimetro a nuovi processi».

«Con questo protocollo si conferma che l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale fa della digitalizzazione a servizio dell’efficientamento della logistica e dell’intermodalità uno dei suoi principali punti di punti di forza e competitività. I porti della Spezia e Marina di Carrara, assieme al retroporto di Santo Stefano Magra – ha dichiarato Mario Sommariva, presidente dell’AdSP del mar ligure Orientale – rappresentano un’eccellenza nel panorama dei porti a vocazione intermodale in Italia. La firma del protocollo con il Polo Logistica rappresenta un ulteriore valore aggiunto nei rapporti tra AdSP e Gruppo FS e conferma la credibilità del progetto di digitalizzazione dei servizi ferroviari attraverso il Port Community System del porto della Spezia».

Lo standard introdotto nel comparto logistico-portuale è immediatamente replicabile anche nei principali porti che hanno adottato un proprio Port Community System.

L’intesa rientra nell’alveo delle iniziative che concorrono alla più ampia attività promossa dal Governo italiano per la creazione della Piattaforma logistica nazionale (Pln), coordinata dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti attraverso la società in house Ram, con lo scopo di digitalizzare il comparto della logistica.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here