Genova Capitale europea dello Sport 2024: da domani a Tursi in mostra gli scatti di Massimo Lovati

E-Mozioni di Sport: oltre cento immagini per raccontare l'impegno, la passione e la bellezza dello sport. Fino al 31 marzo, ingresso gratuito

Genova Capitale europea dello Sport 2024: da domani a Tursi in mostra gli scatti di Massimo Lovati

Verrà inaugurata domani, giovedì 29 febbraio, a Palazzo Tursi la mostra E-Mozioni di Sport: oltre cento indimenticabili immagini attraverso le quali Massimo Lovati, celebre fotografo genovese protagonista dei più importanti eventi sportivi mondiali, racconta l’impegno, la passione e la bellezza dello sport. L’esposizione, realizzata in partnership con Canon, rientra nel calendario di eventi organizzati dal Comune di Genova in occasione del riconoscimento di Capitale Europea dello Sport 2024.

Da Genova al Mondo e ritorno, dalle Olimpiadi ai Mondiali: con “E-Mozioni di Sport” Lovati presenta una selezione delle sue fotografie più significative, preparandosi a coinvolgere il pubblico in una straordinaria esperienza visiva.

In mostra volti, dettagli, gesti di atleti in azione ritratti da un artista capace di cogliere gli aspetti più emblematici delle grandi imprese sportive, grazie a una continua sperimentazione e a un lungo lavoro di ricerca tecnica ed estetica sul movimento.

Canon ha messo al servizio del progetto la forza della propria tecnologia: tutti gli scatti sono infatti realizzati con fotocamere Reflex e Mirrorless firmate Canon e infine stampati con l’innovativa serie Canon Arizona, un sistema di stampa che offre una versatilità unica sia per applicazioni con supporti rigidi, sia flessibili.

Con il supporto di Canon Italia in qualità di partner culturale, la mostra si propone di rendere omaggio alla creatività di un fotografo che ha fatto della fotografia di sport un’arte, ma anche di sostenere Genova nell’anno del prestigioso titolo.

«E-Mozioni di Sport racconta il mio percorso in oltre quaranta anni di attività e sottolinea il mio modo di fotografare tra comunicazione, fotogiornalismo e  arte, tra realtà e percezione della realtà. Desidero ringraziare Canon per il prezioso supporto nell’organizzazione di questa mostra. Da sempre sono un convinto utilizzatore Canon e il poter contare su tecnologie così all’avanguardia mi ha permesso di catturare l’intensità e l’emozione degli eventi sportivi in modo autentico e coinvolgente», afferma Massimo Lovati, artista e fotografo.

Andrea Di Santo, ceo di Canon Italia sottolinea l’importanza di supportare iniziative culturali come la mostra E-Mozioni di Sport: “Siamo entusiasti di collaborare con Massimo Lovati – commenta – e di essere partner culturale di questa straordinaria esposizione fotografica. La capacità di Lovati di catturare la bellezza e l’energia dello sport attraverso il suo obiettivo è eccezionale. In Canon ci impegniamo da sempre per valorizzare l’arte e la cultura e siamo orgogliosi di contribuire alla realizzazione di un evento particolarmente significativo per il tessuto sociale della città di Genova”.

Grande soddisfazione viene espressa dall’assessore allo Sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi: “Siamo molto orgogliosi di poter ospitare a Palazzo Tursi la mostra “E-Mozioni di Sport” del famoso fotografo Massimo Lovati, che ospita 100 scatti selezionati in oltre quaranta anni di lavoro- dichiara – Scatti diventati iconici “partiti” da Genova e arrivati fino alle più importanti competizioni, dai Mondiali alle Olimpiadi, capaci di immortalare e raccontare la cultura sportiva da un punto di vista inedito, racchiudendo in sé tutti quei valori intrinsechi al mondo dello sport. Genova, Capitale europea dello sport 2024 celebra così, attraverso la fotografia, alcune delle più importanti manifestazioni sportive, con immagini in cui si riconoscono i caratteri di una straordinaria originalità creativa”.

La mostra E-Mozioni di Sport, a ingresso libero, aprirà le porte al pubblico a partire dal 29 febbraio fino al 31 marzo 2024 presso Palazzo Tursi a Genova.

Massimo Lovati (Genova, 1948) è artista, fotografo e comunicatore (giornalista). Agli esordi pittore e grafico. Negli anni 80 anni inizia le sue ricerche sul dinamismo in fotografia e come logica conseguenza entra in contatto con lo Sport. Inizia una sperimentazione su due versanti: verosimiglianza e de-formazione. La prima lo porta con l’uso esasperato sia dei grandangoli che dei teleobbiettivi a esaltare l’azione, il gesto degli atleti alle Olimpiadi, ai Campionati mondiali, europei, italiani di vari sport; la seconda lo porta a reinterpretare creativamente, artisticamente le forme e i colori del movimento, del dinamismo sia in fase di ripresa che in fase di elaborazione (prima chimica poi digitale). Opera sul versante della comunicazione e dell’arte in parallelo fino al 2000, anno in cui sposta l’attenzione precipuamente sull’utilizzo della macchina fotografica come strumento per fare arte. Non solo immagini desunte dallo sport: anche il paesaggio tradizionale e quello urbano, il singolo individuo vengono interpretati fotograficamente in chiave “dinamica”,concettuale. Da diversi anni tiene corsi teorico pratici di fotografia, seminari e workshop per Scuole, Istituti Superiori, Licei, Enti, Associazioni, Aziende, Fotonegozianti, fotografi professionisti e dilettanti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here