Festival di Sanremo, Toti: “Toglierlo dalla città dei Fiori come spostare Wimbledon da Londra”

Il risposta alle critiche dei discografici sulla mancanza di spazi e di strutture adeguate

Festival di Sanremo, Toti: “Toglierlo dalla città dei Fiori come spostare Wimbledon da Londra”

“Le critiche a Sanremo sono ingiuste: togliere il Festival dalla città dei Fiori sarebbe come spostare Wimbledon da Londra oppure l’Angelus del Papa da piazza San Pietro. Comprendo le esigenze di chi pensa di spostarlo in una struttura più moderna ma io tifo per l’Ariston”.

Lo scrive il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti sulla sua pagina Facebook in risposta alle polemiche sollevate nei giorni scorsi dai discografici.

Le critiche riguardavano, in particolare, la mancanza di spazi e di strutture in città adatti a ospitare gli artisti e i loro entourage, così come lo stesso Teatro Ariston, giudicato inadeguato a ospitare il concorso canoro.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here