Coop Liguria, borse di studio per 45.000 euro ai figli dei dipendenti

Consegnate questa mattina ad Arenzano 43 borse di studio

Coop Liguria, borse di studio per 45.000 euro ai figli dei dipendenti

Sono state consegnate stamattina, nella sede di Coop Liguria ad Arenzano, le 43 borse di studio riservate a figli e figlie dei dipendenti, assegnate ad altrettanti giovani meritevoli, che hanno ottenuto risultati brillanti nel proprio percorso di studi.

Il valore complessivo delle borse assegnate per l’anno 2023 è di 45.000 euro sui 120.000 stanziati da Coop Liguria per il triennio 2023-2025.

“Non ci aspettavamo così tante richieste – commenta il Presidente di Coop Liguria, Roberto Pittalis – che mostrano come i figli e le figlie dei nostri dipendenti siano particolarmente capaci e motivati. È bello riscontrare che i giovani hanno ancora voglia di impegnarsi e comprendono l’importanza dello studio nella costruzione del proprio futuro”.

I sostegni previsti da Coop Liguria per i figli dei dipendenti sono:

  • 500 euro, per chi si diploma alle superiori con il massimo dei voti (100/100);
  • rimborso pari al 50% delle spese di iscrizione universitaria (a tutti per il primo anno, proseguendo negli anni successivi solo se si rimane in corso con il 100% degli esami superati e media pari o superiore a 27/30);
  • 1.000 euro per chi consegue un diploma di laurea in qualsiasi disciplina con non meno di 105/110;
  • 2.500 euro per chi consegue un diploma di laurea con tesi sulla cooperazione di consumo e punteggio non inferiore a 105/110.

Le borse di studio sono solo una delle agevolazioni pensate per i figli dei dipendenti Coop, che hanno accesso a speciali contratti weekend a loro riservati e, in deroga al principio di non assunzione dei parenti che vige in Cooperativa, possono essere assunti come farmacisti e accedere in via preferenziale alle selezioni per il corso manageriale per allievi capo reparto di ipermercato, se in possesso delle qualifiche richieste.

Coop Liguria, inoltre, garantisce al personale la possibilità di rateizzare in busta paga l’importo speso per l’acquisto dei libri di testo e di utilizzare il salario integrativo legato ai risultati per l’acquisto di servizi di welfare, comprese rette di asili nido, tasse scolastiche, campi estivi, abbonamenti a scuolabus, mense scolastiche, acquisto di libri.

Alla nascita di un figlio, la Cooperativa riconosce un bonus al neo-genitore e lo omaggia di un kit di prodotti della linea Coop Crescendo.

Ai figli dei dipendenti, Coop Liguria negli anni ha anche offerto corsi di orientamento al lavoro, a cura dell’ufficio selezione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here