Chiavari, al via tre interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Sono tre le aree oggetto del primo lotto di lavori, per un totale di 115 mila euro: piazza Caduti di Nassiriya, via Entella/via Piacenza e corso Garibaldi

Chiavari, al via tre interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Il Comune di Chiavari ha avviato un piano di interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche presenti in città. Sono tre le aree oggetto del primo lotto di lavori, per un totale di 115 mila euro: piazza Caduti di Nassiriya, via Entella/via Piacenza e corso Garibaldi.

«Grazie al Peba, importante strumento di programmazione di cui ci siamo dotati per primi nel Tigullio – spiega il vicesindaco e assessore, Michela Canepa – abbiamo classificato le tipologie di ostacoli riscontrati nel centrocittà e negli impianti sportivi pubblici, riuscendo così a stabilire le più idonee strategie per il loro superamento Siamo partiti da piazza Caduti di Nassiriya con operazioni volte all’abbattimento delle barriere architettoniche che prevedono il ripristino dei marciapiedi e la creazione di nuovi scivoli, dotati di un’adeguata pendenza, in corrispondenza degli attraversamenti pedonali e dell’impianto semaforico. Successivamente ci sposteremo nella zona di via Entella e della rotonda di via Devoto, all’incrocio di corso Lavagna e via Piacenza, tra i civici 67 e 73 di via Piacenza e in corso Garibaldi, dove verrà creata una rampa per consentire l’accesso alla galleria”.

«L’obiettivo che ci siamo posti – aggiunge Ilaria Solari, consigliere incaricato dell’abbattimento delle barriere architettoniche – è migliorare l’accessibilità della città in modo completo e duraturo, creando un ambiente urbano più sicuro e confortevole per tutti, favorendo la mobilità e la partecipazione sociale dei cittadini. C’è ancora tanto da fare, ma siamo sicuri di essere sulla strada giusta per portare avanti una programmazione di ampio respiro, grazie anche alla condivisioni del progetto con le associazioni».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here