Albenga, nel 2023 aumentano gli arrivi e le presenze turistiche

Crescono in particolare gli stranieri

Albenga, nel 2023 aumentano gli arrivi e le presenze turistiche

Nel 2023 nella città di Albenga sono state 511.991 le presenze turistiche registrate – superiori anche a quelle pre-Covid nel 2019 – e 92.750 gli arrivi.

Analizzando i dati elaborati e trasmessi da Regione Liguria si nota un aumento degli arrivi (+1,06% sul 2022) e delle presenze (+0,75% sul 2022) con un picco dato dalle presenze di stranieri +20,21% (+15,72% per quel che concerne gli arrivi).

«I dati – spiega il vicesindaco Alberto Passino – confermano un calo nazionale sul mercato interno, ma ciò nonostante Albenga cresce mentre altre località, anche vicine a noi, subiscono stagnazione dei dati o peggio flessioni negative. Sui dati generali occorre fare una riflessione: le presenze italiane sono diminuite per tutti perché, dopo la pandemia, il turista italiano è tornato a viaggiare scegliendo mete estere invece che città italiane».

«Il dato importante per Albenga – dice Passino – è il +20% di stranieri che scelgono la nostra destinazione quale meta delle proprie vacanze, non solo nel periodo estivo, ma tutto l’anno. Confermando il lavoro di Amministrazione comunale e Comitato locale turismo e, più in generale, del sistema turistico ingauno che va consolidandosi, ma che deve e può ancora crescere molto».

Aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis: “I dati confermano come Albenga sia sempre più una città turistica in grado di attirare, non solo con le sue spiagge nel periodo estivo, ma tutto l’anno grazie al suo meraviglioso centro storico – in cui si respira storia, arte e cultura – ai suoi straordinari prodotti enogastronomici, alle attività legate all’outdoor e al clima favorevole ed anche grazie ai numerosi eventi che attraggono turisti tutto l’anno: pensiamo al Palio Storico, a Fior d’Albenga, agli eventi sportivi come la XCO città di Albenga, Dritti all’Isola, al Rally Storico dei Monti Savonesi e agli eventi estivi come l’Emys Award, un mare di emozioni e anche il festival della cultura e molto altro”.

Il sindaco Tomatis conclude con una considerazione: “A questi dati ufficiali, occorre aggiungere coloro che ad Albenga hanno deciso di investire acquistando una seconda casa. Questa categoria di turisti non rientra in quelli registrati attraverso i dati regionali, ma cubano decisamente nel numero delle presenze che abbiamo sul territorio ormai 365 giorni l’anno, con ovvi picchi durante le festività (pensiamo a Natale e Pasqua) e in estate. Chi acquista un appartamento ad Albenga (oggi la qualità delle nuove costruzioni e il relativo valore immobiliare sono cresciuti molto) decide di investire nella nostra città perché la sceglie per le sue caratteristiche e questo non può che evidenziare il “buon stato di salute” del nostro territorio”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here