A Recco, dal primo marzo, attivo il primo ambulatorio multimediale: ecco come funziona

Sarà attivo il martedì e giovedì dalle 8.30 alle 15

A Recco, dal primo marzo, attivo il primo ambulatorio multimediale: ecco come funziona

A Recco dal primo marzo sarà attivo il nuovo ambulatorio multimediale Asl 3, che trova spazio all’interno del Palazzo della Salute di via Bianchi. Il servizio nasce con l’obiettivo di assistere i pazienti fragili con cronicità attraverso team multidisciplinari che operano in telemedicina, soluzioni tecnologiche per l’esecuzione rapida di esami ematochimici con consegna in tempo reale dei risultati, esami di diagnostica strumentale con telerefertazione, come elettrocardiogramma e spirometria.

L’ambulatorio multimediale sarà attivo il martedì e giovedì dalle 8.30 alle 15; per accedere al servizio sono necessarie la richiesta dematerializzata redatta dal Mmg o da un medico specialista del servizio sanitario regionale. Tale segnalazione viene inoltrata via mail alla casella di posta elettronica dedicata fornita dalla direzione del Distretto 13 ai medici di medicina generale. Anche l’infermiere di comunità potrà segnalare attraverso questa mail eventuali situazioni rilevate sul territorio per presa in carico da parte del distretto.

L’ambulatorio multimediale di Recco oltre agli specialisti si avvale anche della presenza di personale infermieristico, assistenti sanitari e personale amministrativo.

«Oggi mettiamo a disposizione degli abitanti del Golfo Paradiso- spiega il direttore generale di Asl 3 Luigi Carlo Bottaro – un nuovo servizio ambulatoriale pensato per offrire una risposta rapida ai bisogni di salute della popolazione anziana e fragile. Il sistema che abbiamo messo a punto prevede la creazione di percorsi di cura personalizzati. Il paziente e la sua famiglia troveranno un riferimento completo e continuativo per la presa in carico delle problematiche con l’obiettivo di gestire la cronicità, per quanto possibile, al proprio domicilio, ed evitare accessi impropri al pronto soccorso. Inoltre grazie all’impiego della telemedicina e di soluzioni di diagnostica avanzata il progetto va a incidere significativamente anche sulla riduzione dei tempi di attesa degli esami».

«L’ambulatorio multimediale, un progetto pilota di Asl3 nel Golfo Paradiso – dichiara Carlo Gandolfo sindaco di Recco – è stato concepito per avvicinare il paziente fragile e cronico al sistema sanitario, garantendo una presa in carico immediata e complessiva. Questo approccio eviterà ai pazienti la necessità di intraprendere lunghi viaggi per ricevere cure o di finire sulle liste di attesa. Abbiamo avuto continui colloqui con l’Asl 3 e siamo contenti che il nostro Palazzo della Salute sia stato preso come sede di un innovativo progetto per avviare la telemedicina. Inoltre è importante ricordare che, attualmente, presso l’ex ospedale Sant’Antonio, sono in corso importanti lavori finanziati con i fondi Pnrr, che permetteranno di sviluppare ulteriormente i servizi ambulatoriali, in linea con quanto previsto dal Piano socio sanitario della Regione Liguria».

«Le attività assistenziali nell’ambito delle cronicità – aggiunge Bottaro – non potendo ottenere la guarigione, sono finalizzate al miglioramento del quadro clinico e dello stato funzionale per la minimizzazione della sintomatologia e per un contestuale aumento della qualità di vita. Per questo è fondamentale la definizione di nuovi percorsi assistenziali che siano in grado di prendere in carico il paziente nel lungo termine, prevenire e contenere la disabilità, garantire la continuità assistenziale e l’integrazione degli interventi socio sanitari».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here