Gismondi 1754, ricavi consolidati gestionali 2023 a 14 milioni di euro

Risultato in linea con l'anno precedente nonostante la flessione del quarto trimestre (-15%)

Gismondi 1754, ricavi consolidati gestionali 2023 a 14 milioni di euro

Gismondi 1754 rende noti i risultati consolidati gestionali delle vendite del quarto trimestre 2023, suddivisi per area geografica e tipologia di canale di vendita.

Il fatturato gestionale consolidato totale dell’ultimo trimestre è stato pari a 3.756.865 euro, con flessione del 15%, rispetto ai 4.394.597 euro dello stesso periodo del 2022. Il calo di 637.733 euro è imputabile principalmente a una contrazione delle vendite sul wholesales Europa e a un calo delle special sales del quarto trimestre che hanno invece ben performato nei trimestri precedenti. Le vendite wholesale Europa su base annua hanno mostrato una crescita del 29%, passando da 3.064.649 euro a 3.953.497 euro. Nel mercato wholesale statunitense, le vendite sono aumentate da 1.827.495 euro a 2.159.054 euro, registrando un incremento del 18%. Grande segnale positivo viene dal franchising di Doha, inaugurato il 21 dicembre 2023, ha registrato vendite pari a 463.714 euro.

I risultati del quarto trimestre in aggiunta a quelli del terzo trimestre controbilanciano le buone performance dei primi due portando, per l’intero anno 2023, ricavi complessivi pari a 14.031.471 euro, mantenendo sostanzialmente invariato l’ottimo risultato rispetto all’anno precedente, 14.031.687 euro. Un anno di conferma che mantiene ampio l’incremento dalla quotazione in Borsa, avvenuta nel 2019, quando la società fatturava 5,69 milioni di euro. Dall’Ipo ad oggi, Gismondi 1754 conferma una crescita in termini di fatturato di oltre il 147%, grazie ad una strategia precisa di presenza estesa a livello geografico e differenziata per canale di vendita, unitamente a strategiche politiche di acquisizione (Vendorafa e Hyperion Lab).

Massimo Gismondi, ceo di Gismondi 1754, ha commentato: “Il 2023 conferma sostanzialmente l’ottimo risultato dell’anno precedente in un difficile scenario generale. La situazione geopolitica già instabile, si è aggravata col conflitto Hamas-Israele, e i recenti sviluppi nel Mar Rosso. Abbiamo inoltre assistito a un contrappeso di quello che molti analisti hanno chiamato revenge shopping, ovvero l’ottimismo che ha portato a una entusiasmante corsa agli acquisti nel dopo pandemia. Seppur non abbiamo ripetuto l’incremento di fatturato degli ultimi anni, considero il 2023 come un anno fondamentale nello sviluppo del nostro Gruppo. Un’importanza data dalla preparazione di un terreno fertile per guardare con fiducia e solidità al futuro. L’acquisto del brand Vendorafa, della fabbrica Hyperion Lab e l’apertura del nostro franchising a Doha, sono infatti tutti brillanti lampi che illuminano il nostro percorso. Segnali positivi che in questi giorni riscontriamo anche nell’interesse manifestato a VicenzaOro per i nostri due brand Gismondi 1754 e Vendorafa”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here