Floricoltura, una conferenza ripercorre la storia delle colture nella piana d’Albenga

Oggi la produzione di fiori e piante aromatiche in vaso coinvolge quasi mille imprese e dà lavoro a oltre 5.000 persone

Floricoltura, una conferenza ripercorre la storia delle colture nella piana d’Albenga

Sabato 20 gennaio alle ore 17 nella sala San Carlo di via Roma si terrà la conferenza, ad ingresso gratuito, “Passato e presente della floricoltura albenganese”.

L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione G. M. Oddi, con il patrocinio del Comune di Albenga, assessorato Turismo e Cultura e grazie alla collaborazione di Mario Moscardini e fa parte della rassegna “Albenga passato e presente”.

Vincenzo Enrico, Gerolamo Calleri, Paolo Oddone in qualità di produttori ed esperti nel settore floricolo tratteranno della graduale conversione della piana albenganese da orticoltura di pregio (primizie) alla prevalenza della produzione di piante aromatiche in vaso.

Argomenti di particolare interesse:

la storia dei primi tentativi di colture floricole (fiore reciso) negli anni ’70, con i successi ottenuti e le difficoltà incontrate;

la floricoltura in serra negli anni ’80 e ’90; la forte crescita della superficie coltivata a margherite (ciclo primaverile) e ciclamini e crisantemi (ciclo autunnale).

Per arrivare al presente con la produzione di fiori e piante aromatiche in vaso che coinvolge quasi mille imprese e dà lavoro a oltre 5.000 persone.

Si parlerà inoltre della nascita di un sistema moderno di filiera che comprende grossisti e cooperative e degli impatti negativi e positivi sui metodi colturali e sui prezzi.

In conclusione verranno affrontati in un dibattito aperto al pubblico le prospettive, le idee e i progetti in campo per sostenere e sviluppare il comparto.

Coordina Mario Moscardini.

Al termine della conferenza a tutti i partecipanti verrà offerto un rinfresco dalla Fondazione G. M. Oddi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here