Coop Liguria ottiene la certificazione Pari opportunità

Primo marchio della distribuzione a diffusione nazionale a ottenere la certificazione istituita nel 2022

Coop Liguria ottiene la certificazione Pari opportunità

Coop Liguria ha ottenuto la certificazione Uni/PdR 125:2022 per le Pari opportunità rilasciata dal Rina per l’integrazione dei principi di Gender equality e Diversity & Inclusion nei processi lavorativi e per le tante azioni di sensibilizzazione rivolte a soci e cittadini, promosse nell’ambito della campagna “Close the gap – riduciamo le differenze”.

Coop Liguria è la prima impresa a certificarsi tra i grandi marchi della distribuzione organizzata, oltre che all’interno del sistema Coop.

«Siamo orgogliosi di questo risultato – commenta il presidente di Coop Liguria, Roberto Pittalis – pienamente coerente con i nostri valori. La nostra missione è da sempre quella di portare benefici al territorio e alle persone, rispettandole e mettendole al primo posto. Una politica che adottiamo verso tutti i nostri interlocutori e che a maggior ragione applichiamo ai lavoratori e alle lavoratrici. Grazie ai quasi 300 soci volontari che ci aiutano a portare avanti le nostre campagne valoriali, in questi anni abbiamo lavorato molto sul tema della parità, collaborando con le associazioni locali, i centri anti-violenza, le Istituzioni. L’obiettivo comune è combattere ogni forma di sopraffazione e discriminazione, alimentando una cultura più inclusiva».

Mettere al centro le pari opportunità per Coop Liguria significa promuovere una cultura inclusiva e basata sul rispetto, tutelando ogni forma di diversità; creare un ambiente di lavoro libero da discriminazioni, violenze e molestie; selezionare il personale esclusivamente in base alle competenze e adottando procedure volte a contrastare ogni forma di pregiudizio; impegnarsi nella formazione e nell’empowerment individuale; tutelare il benessere psico-fisico del personale con misure che favoriscono la genitorialità e la conciliazione vita-lavoro; assicurarsi che ogni persona venga trattata con rispetto, dignità ed equità, utilizzando uno stile di comunicazione rispettoso ed inclusivo; promuovere il rispetto delle pari opportunità anche fuori dal proprio contesto organizzativo, sensibilizzando fornitori, soci e cittadini.

La certificazione è il coronamento di un impegno prolungato nel tempo e fortemente radicato in Cooperativa. Coop Liguria si è infatti dotata del primo codice anti-molestie già nel 1998 e nel 2013 ha istituito una Commissione Pari Opportunità interna, che monitora le buone pratiche in tema di inclusione.

 

Negli anni Coop Liguria ha ricevuto diversi premi per le sue politiche del personale:

–        nel 2017, l’Istituto Tedesco di Qualità l’ha inserita tra le imprese più virtuose in tema di welfare;

–        nel 2018, è stata annoverata dall’INAIL e dalla Consigliera regionale di Parità tra le imprese più virtuose per le politiche di genitorialità;

–        nel 2022 ha vinto il premio “Best Work Life” di Corriere della Sera e Next – Nuova economia per tutti sul benessere e il coinvolgimento dei lavoratori;

–        nel 2023 ha vinto il Premio Eccellenza Formazione, per un percorso esperienziale che ha coinvolto tutto il personale dell’Ipercoop di Sarzana.

 

Nell’ambito della campagna nazionale “Close the gap”, lanciata nel 2021 per promuovere la parità di genere e l’inclusione, Coop ha lavorato su diversi fronti:

–        ha dato massima diffusione al numero 1522, inserendolo su oltre 500 prodotti a marchio, per aiutare le donne sottoposte dai partner a controllo coercitivo;

–        ha sostenuto la petizione per l’abbassamento dell’Iva sugli assorbenti, contribuendo a ridurla dal 22 al 5%. Oggi, dopo il rialzo dell’Iva al 10% introdotto con l’ultima Finanziaria, Coop ha bloccato il prezzo degli assorbenti a proprio marchio e assorbirà il rialzo dell’Iva fino ad aprile. Inoltre ha riavviato la mobilitazione su Change.org con Onde Rosa;

–       ha collaborato con le associazioni LGBTQ+ devolvendo il ricavato della vendita di speciali shopper arcobaleno;

–        ha sostenuto la petizione per prolungare il congedo di paternità;

–        ha aderito alla campagna di supporto al popolo iraniano “Donna, vita, libertà”, consegnando migliaia di cartoline di protesta all’ambasciata iraniana in Italia;

–        ha realizzato con “Differenza donna” il podcast “Il silenzio parla”, per raccontare storie di donne che si sono affrancate dalla violenza;

–        ha sempre collaborato con i centri antiviolenza del territorio, supportandone le iniziative.

Un impegno doveroso per una Cooperativa che conta il 75% di personale femminile.

Tra gli impegni di Coop Liguria c’è anche quello di incrementare il numero di donne in ruoli direttivi: oggi sono il 39% tra i capi e il 42% all’interno del Consiglio di amministrazione, ma la preponderanza femminile che si registra ormai da diversi anni nei percorsi di formazione e crescita fa ben sperare per il futuro.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here