​​Sestri Levante, il Consiglio comunale approva la variazione di bilancio

Assessore al Bilancio Muzio: "Nel bilancio preventivo erano state sottovalutate alcune spese e sovrastimate le entrate"

​​Sestri Levante, il Consiglio comunale approva la variazione di bilancio

Durante la seduta del Consiglio comunale svoltasi nella serata di giovedì 30 novembre è stata approvata una variazione di bilancio articolata che riguarda diverse aree di attività del Comune di Sestri Levante. L’amministrazione ha effettuato una ricognizione di tutti i capitoli di bilancio, sia dal lato della spesa per far fronte agli oneri ancora da sostenere entro la fine dell’anno, sia dal punto di vista delle entrate per preparare la determinazione del risultato di amministrazione e avere un riferimento corretto per il prossimo bilancio di previsione.

“Dall’analisi effettuata – si legge nel comunicato del Comune – è emerso che il bilancio preventivo redatto dalla precedente amministrazione ha sottovalutato alcune spese e sovrastimato le entrate, generando un bilancio di previsione inadeguato al quale l’amministrazione Solinas ha dovuto far fronte e apportare adeguamenti. Grazie a operazioni di prudenziale salvaguardia svolte in questi mesi, sono state recuperate significative somme, consentendo di affrontare variazioni necessarie a seguito di imprevisti, come ad esempio le urgente erogazioni per i danni causati dalle mareggiate di inizio novembre e altre situazioni influenzate da fattori esterni”. Nel corso dell’illustrazione il vicesindaco e assessore al Bilancio, Sandro Muzio, ha sottolineato come “l’avanzo di bilancio 2023 sia stato frutto di attività di cosmesi di bilancio: l’importo per la quasi totalità è stato semplicemente il risultato dell’eliminazione di residui passivi in carico al Comune”.

«È stata fatta una verifica sull’andamento delle principali entrate, tra cui imposta di soggiorno e parcheggi, che risentono dell’andamento dei flussi turistici e per le quali solo alla fine della stagione turistica è possibile avere un quadro definitivo – spiega Muzio – In sede di salvaguardia degli equilibri, l’amministrazione aveva deciso di intervenire sulle tariffe dei parcheggi al fine di colmare la grande differenza esistente tra l’incasso reale e le previsioni di bilancio. Nonostante l’aggiornamento delle tariffe operato, non è stato possibile colmare le differenze tra le entrate che l’anno scorso erano state messe in previsione e quelle reali di quest’anno riconducibile, presumibilmente alla flessione dei flussi turistici registrati durante la stagione estiva. Lo stesso andamento negativo ha influito sugli introiti della tassa di soggiorno anche questo minore rispetto a quanto previsto dalla precedente amministrazione: circa 440 mila euro a fronte di 500mila previsti».

«A fronte di tali risultati, per i parcheggi abbiamo ridotto le entrate previste per il 2023 di 130mila euro, riportandole allo stesso valore del 2022. A questa diminuzione rispetto all’elevato valore previsto nel bilancio dell’amministrazione precedente, possiamo far fronte grazie ad un accantonamento di 100 mila euro che prudenzialmente avevamo riservato per minori oneri di urbanizzazione, che invece in questi ultimi mesi hanno registrato un’inversione di tendenza – sottolinea Muzio – È stato necessario ridurre anche la previsione dell’imposta di soggiorno da 500 mila a 470 mila euro. Tale calo di gettito lo riusciamo a finanziare grazie alle maggiori entrate dell’evasione tari e imu che, a seguito dell’impulso dato agli uffici responsabili dell’attività accertativa negli ultimi tre mesi, hanno registrato risultati importanti andando a raddoppiare il valore recuperato dall’evasione. Infine – aggiunge ancora Muzio – con questa variazione di bilancio andiamo a coprire finanziariamente i maggiori costi sia di utenza elettrica sia gas degli edifici scolastici, comunali e sportivi per i quali la precedente amministrazione aveva previsto un eccessivo ribasso dei costi dell’energia».

«Con questa variazione di bilancio prevediamo anche la progettazione tecnica di alcune nuove opere, la manutenzione stradale e l’acquisto di arredo urbano – evidenzia il vicesindaco Muzio – In particolare, prevediamo il finanziamento per completare i lavori di riqualificazione della pavimentazione del primo portico di Viale Roma che la precedente amministrazione non aveva previsto per il tratto finale ponendo rimedio alle carenze ereditate e stanziando le risorse che ne permetteranno il completamento. Nell’ambito delle modifiche prevediamo anche nuovi interventi di mitigazione del rischio idrogeologico sulle acque bianche in via Abruzzi e via Lazio, la manutenzione straordinaria del tetto della scuola primaria T. Bertollo di via Nazionale e la realizzazione di manutenzioni stradali. Diamo poi inizio ad azioni dirette alla prevenzione del rischio idrogeologico finanziando la progettazione di alcuni interventi come per esempio l’argine del fiume Gromolo in prossimità del campo sportivo Andersen e la canalizzazione di un rio in località Arpe. Incrementiamo infine le risorse destinate all’acquisto di arredo urbano con cui abbiamo intenzione di sostituire alcune attrezzature danneggiate nell’area giochi di Sant’Anna. Nell’ambito delle nuove progettualità, si inserisce anche il progetto di recupero dei ruderi della chiesa di S. Anna per il quale, nel mese di ottobre il Comune di Sestri Levante ha ottenuto un contributo regionale di 125 mila euro, pari al 50% della somma necessaria per i lavori», conclude Muzio.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here