Santa Margherita: via libera al progetto esecutivo del cimitero centrale

Al via il primo lotto dei lavori di manutenzione e restauro

Santa Margherita: via libera al progetto esecutivo del cimitero centrale

Terminato l’iter progettuale amministrativo, i lavori di manutenzione del cimitero centrale di Santa Margherita sono pronti a partire. Nei giorni scorsi l’amministrazione ha approvato il progetto esecutivo.

Si tratta di un primo lotto di interventi di ripristino (del valore di 149 mila euro più iva su un totale di lavori da eseguire per una cifra complessiva di 455 mila euro reperiti sul bilancio comunale) riguardanti:

  • la sostituzione della pavimentazione in pietra, ove danneggiata e oggetto di pericolo per l’utenza;
  • la ricostruzione della scala centrale di raccordo tra il piano terra e il piano primo, già puntellata in conseguenza di riscontrata criticità strutturale;
  • il risanamento delle gallerie al piano terra, nelle quali infiltrazioni sia di risalita sia di percolamento da interstizi prossimi a elementi di connessione strutturale hanno causato efflorescenze, esfoliazioni e muffa, nonché danneggiamento ai ferri d’armatura dei pilastri in cemento armato.

Il progetto complessivo è stato seguito dagli architetti Di Scala e Amico che spiegano come il criterio di analisi adottato sullo stato del cimitero è stato quello di intervenire principalmente sulle parti comuni che possono costituire un pericolo per i visitatori e in particolar modo per le persone anziane, ovvero le pavimentazioni dei percorsi principali e secondari, la scala di accesso alla passerella lato sinistro zona antistante l’ossario, la scala (attualmente puntellata per questioni di sicurezza) ubicata in fondo al percorso principale, porzioni di muratura, porzioni di marmo ed intonaco in fase di distacco sul cielino della passerella ubicato dietro la scala centrale.

Successivamente è stata analizzata la situazione di degrado delle gallerie monumentali laterali private che rappresentano il patrimonio storico ed artistico del cimitero. Naturalmente non si è valutato lo stato di degrado di ogni singola tomba, bensì lo stato di conservazione delle zone di comune passaggio e quindi le pavimentazioni, l’intradosso delle volte di copertura, le colonne e le semicolonne.

Sono state analizzate poi la cripta sottostante l’altare ottagonale, la pavimentazione soprastante, la situazione relativa al nuovo ossario che dovrà essere trasformato in loculi e infine i cielini, i frontalini, i pilastrini e la ringhiera delle passerelle e i prospetti.

In ultimo è stata analizzata la situazione di ammaloramento avanzato dovuto all’umidità di risalita e di spinta delle gallerie inferiori interne.

«Il cimitero cittadino di via Dogali presenta delle criticità strutturali dovute a una carenza ultraventennale di manutenzioni di grande portata – spiega il sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni -. Intervenire in un luogo così sensibile non è facile soprattutto per ciò che rappresenta a livello spirituale e simbolico. Sui cimiteri cittadini abbiamo lavorato molto sia in termini organizzativi e gestionali, penso alla digitalizzazione delle sepolture, sia in termini strutturali con lavori di manutenzione straordinaria e di ampliamento, come i lavori in partenza a San Lorenzo della Costa. Anche questo intervento nel cimitero centrale rappresenta un punto cruciale del nostro impegno nei confronti del ricordo e del rispetto per i nostri cari».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here