Sarzana, via libera a finanziamento di 325 mila euro per ripristino frana via Ghigliolo Alto

Dalla Regione l'ok ai fondi per risolvere il dissesto idrogeologico che risale al 2009

Sarzana, via libera a finanziamento di 325 mila euro per ripristino frana via Ghigliolo Alto

Lo scorso febbraio il Comune di Sarzana aveva approvato in linea tecnica il progetto esecutivo per il contenimento del dissesto idrogeologico lungo le vie di adduzione alla Fortezza Castruccio Castracani- intervento su via Ghigliolo Alto in prossimità dell’incrocio con via dei Mulini- riuscendo poi a inserirlo nella programmazione regionale al fine di poter disporre di apposito finanziamento.

Oggi quel finanziamento, come da comunicazione ufficiale dell’assessore regionale alle infrastrutture Giacomo Giampedrone al sindaco Cristina Ponzanelli, è stato concesso e i 325mila euro necessari per ripristinare la frana di via Ghigliolo Alto saranno a disposizione del Comune dai primi mesi del 2024.

Nei giorni scorsi infatti è stato siglato l’accordo per la Coesione Fsc 2021/2027 tra la presidenza del Consiglio dei Ministri e Regione Liguria, accordo che contempla, tra gli interventi previsti, proprio i lavori di contenimento del dissesto idrogeologico su via Ghigliolo Alto per la cui risoluzione la prima cittadina della nostra città ha lavorato a stretto contatto con la Regione.

«Per affrontare criticità ferme da decenni è necessario seguire un percorso amministrativo serio e credibile, come quelli che abbiamo costruito con determinazione negli ultimi anni per realizzare varie opere pubbliche- dichiara il sindaco Ponzanelli -. Affidamento di progettazioni definitive ed esecutive per poi andare alla ricerca di finanziamenti esterni è la strada che abbiamo scelto anche per il ripristino della frana di via Ghigliolo Alto, come per tanti altri interventi di difesa del suolo. Ancora una volta ringraziamo la Regione Liguria per averci sostenuto in questo percorso consentendoci oggi di intervenire in via risolutiva su un’altra ferita del nostro territorio aperta dal 2009. Interventi come questi sono essenziali per aumentare la capacità di resilienza della nostra città».

«La nostra scelta è stata quella di investire una cifra importante, quasi 22 milioni di euro totali, sulle strade secondarie della Liguria, una realtà spesso trascurata – commenta l’assessore alle Infrastrutture Giampedrone – Riteniamo che siano delle arterie fondamentali, che formano un reticolo capillare fondamentale per i nostri territori soprattutto in una regione come la nostra. Abbiamo voluto investire queste risorse proprio su questo aspetto, andando a finanziare i progetti esecutivi già pronti che le amministrazioni avevano programmato di realizzare proprio con Regione Liguria, come appunto nel caso dei lavori di contenimento del dissesto idrogeologico sulla via di accesso a un luogo storico e di grande fascino come la Fortezza Castruccio Castracani a Sarzana. Un intervento atteso e di grande rilevanza in una regione tanto bella quanto fragile dal punto di vista idrogeologico».

La frana in questione è riconducibile al dissesto verificatosi sulla strada comunale di via Ghigliolo Alto in occasione delle forti piogge del febbraio 2009: uno smottamento del terreno di valle per una lunghezza di circa 27 metri per il quale, allora, era stata prevista una spesa di 178.287 euro che però, non essendo mai stata finanziata, non ha consentito l’esecuzione dei lavori, limitandosi alla messa in posa di un cordolo e di una rete di protezione con il restringimento della carreggiata.

Oggi finalmente quel dissesto idrogeologico- che nel frattempo da recenti sopralluoghi effettuati nell’autunno del 2022 ha visto aumentare il fronte franoso con conseguente accrescimento dell’estensione della frana stessa–  verrà ripristinato in via definitiva e risolutiva consentendo il ritorno, dopo quasi 15 anni, alla viabilità ordinaria a doppio senso di marcia per i cittadini della zona.

Dopo la concessione del finanziamento regionale, l’iter per il ripristino della frana di via Ghigliolo Alto passerà attraverso l’indizione della procedura di gara a cui seguirà l’apertura del cantiere e l’avvio dei lavori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here