Sanità, Alessandro Bonsignore nominato coordinatore del Centro regionale trapianti

41 anni, è il presidente dell'Ordine dei medici e degli odontoiatri della Liguria

Sanità, Alessandro Bonsignore nominato coordinatore del Centro regionale trapianti

Alessandro Bonsignore è il nuovo coordinatore del Centro regionale trapianti.

La nomina è avvenuta oggi da parte della Giunta regionale ligure, su proposta dell’Assessore alla Sanità Angelo Gratarola.

Bonsignore, 41 anni, medico legale, docente universitario e attuale presidente della Federazione regionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri della Liguria, succede nell’incarico ad Andrea Gianelli Castiglione.

«La nomina di Bonsignore a coordinatore del Centro Regionale Trapianti – dichiarano il presidente della Regione Giovanni Toti e l’assessore alla Sanità Gratarola – va nel solco della continuità degli anni passati quando a dirigere lo stesso centro è stato il Dott. Andrea Gianelli Castiglione a cui va il più grande ringraziamento non solo dalla parte medica ma anche da quella politica per avere mantenuto sempre vivo il mondo della donazione d’organi e la sua organizzazione presso il Policlinico San Martino, diventando anche punto di riferimento a livello nazionale».

«Siamo di fronte ad un momento strategico di questo ambito medico – continuano Toti e Gratarola – Usciti dal periodo pandemico, occorre infatti stimolare la popolazione ad avvicinarsi al mondo della donazione ricordando che, di fronte alla morte, la possibilità di donare i propri organi darebbe un valore elevatissimo alla vita stessa. Accanto all’organizzazione di tutta la filiera della donazione e del trapianto, compito del Prof. Bonsignore è dunque anche quello di stimolare e sensibilizzare la popolazione per un incremento delle donazioni, attualmente 13,5 per milione di abitanti, a valori intorno ai 40-45 che sono nelle corde della nostra Regione. La riunione tecnico scientifica del NITp – Nord Italia Transplant (NITp), prima Organizzazione di coordinamento del prelievo e trapianto di organi e tessuti nel territorio nazionale, che si svolgerà a Genova il 27 e il 28 novembre, sarà un ulteriore passaggio di questa crescita: incontri come questo sono anche l’occasione per formulare proposte stimolare l’incremento delle donazioni».

«È per me un onore – dichiara Alessandro Bonsignore – che il presidente Toti, l’assessore Gratarola e la Giunta regionale, con il parere favorevole di tutti i direttori generali delle Asl e degli ospedali liguri che ringrazio, abbiano voluto confermarmi, in via definitiva, quale coordinatore del Centro Trapianti della Liguria dopo il semestre da facente funzioni. Subentro ad un caro amico, Andrea Gianelli Castiglione, che, di fatto, ha creato il nostro Centro regionale e al quale va il mio ringraziamento per quanto da lui fatto in tanti anni e per la fiducia mostratami all’atto del passaggio di consegne».

«Abbiamo molte sfide all’orizzonte che affronteremo con determinazione e ottimismo, per far sì che la Liguria rivesta sempre più un ruolo di primo piano nel panorama nazionale dei trapianti. A margine del NITp di fine novembre si riunirà anche il Comitato regionale Trapianti che sarà l’occasione per confrontarsi con tutti i Coordinamenti locali della Liguria. Con la stretta e proficua collaborazione tra l’Unità Operativa di Chirurgia dei trapianti, diretta da Enzo Andorno, e quella di Medicina Legale e Coordinamento trapianti a me affidata, sono certo che vi siano i presupposti per fare bene e mettere il tutto il personale, composto da chirurghi, clinici e infermieri, nelle condizioni di operare al meglio nell’interesse dei pazienti in attesa di trapianto», conclude Bonsignore.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here