Confagricoltura Liguria: “Per un Natale davvero green, scegliete un albero vero”

De Michelis: "Sono una produzione vivaistica sostenibile svolta da aziende agricole montane, fondamentali come presidio del territorio e per la lotta al dissesto idrogeologico"

Confagricoltura Liguria: “Per un Natale davvero green, scegliete un albero vero”

“Per un Natale davvero green, scegli un albero di Natale vero!” Con questo messaggio, Confagricoltura Liguria lancia la promozione degli alberi “prodotti” dai propri vivaisti, specialmente in Val Bormida e in altre vallate appenniniche liguri.

«Gli alberi di Natale – precisa Luca De Michelis, presidente di Confagricoltura Liguria – sono una produzione vivaistica sostenibile svolta in buona parte da aziende agricole situate in zone montane, dove la presenza degli agricoltori è fondamentale come presidio del territorio e per la lotta al dissesto idrogeologico».

«Rendere vivi e coltivare i terreni montani vuol dire contrastare l’abbandono delle nostre valli, creare ricchezza e sostenere i vivaisti italiani – sottolinea il presidente di Confagricoltura Liguria».

«Comprare un albero di Natale certificato da un vivaio o garden center – sottolinea Davide Michelini, già vice presidente di Confagricoltura Savona e storico vivaista – aiuta a diffondere la cultura ecologica. Gli abeti – prosegue – profumano le nostre case, hanno prodotto e producono ossigeno, hanno assorbito e assorbono CO2 e altre sostanze inquinanti».

Per ogni albero di Natale venduto, ne verranno ripiantati due o tre l’anno successivo dai vivaisti, sottolinea Confagricoltura Liguria.

Si può scegliere tra diverse specie e varietà.

«L’albero di Natale – sottolinea Confagricoltura Liguria – addobba la casa del 90% degli italiani lungo le festività natalizie, generando un mercato di importante valore economico per il viviamo. Si calcola che l’88% degli alberi provenga da vivai mentre la restante parte deriva dalla normale attività forestale di esbosco programmato. Il prezzo medio per il consumatore finale dipende dalle dimensioni. Gli alberi di pezzatura intorno ai 100/150 centimetri hanno un costo massimo tra i 50 ed i 60 euro, ovviamente se l’albero scelto supera i 200 centimetri, il costo può “salire” fino a 200 euro a pianta. In ultimo – conclude Confagricoltura Liguria – molti vivaisti offrono il servizio gratuito di recupero della pianta alla fine delle festività, particolare non trascurabile».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here