Giro d’Italia, due tappe in Liguria nel 2024, Piana: «Motore di marketing territoriale»

Alla quarta frazione si passa da Acqui Terme ad Andora, il giorno dopo partenza da Genova

Giro d’Italia, due tappe in Liguria nel 2024, Piana: «Motore di marketing territoriale»

La Regione Liguria torna protagonista nel Giro d’Italia. L’edizione 2024 prende il via sabato 4 maggio da Venaria Reale poi, dopo le prime tre tappe in Piemonte, alla quarta frazione si passa da Acqui Terme ad Andora. L’arrivo nel savonese è un simbolo del ritorno della Liguria tra i punti di maggiore interesse del Giro d’Italia, ma è anche con la partenza a Genova della quinta frazione di mercoledì 8 maggio 2024 che si celebra una rinsaldata amicizia con un tour nel centro città a testimonianza delle sue bellezze.

Enzo Grenno, riferimento Rcs dell’organizzazione del Giro d’Italia in Liguria, dice. «Dopo il mancato appoggio degli amministratori della Riviera al passaggio della Classicissima nella Milano-Sanremo del 2020, sostanzialmente per i problemi della pandemia e per la chiusura dell’Aurelia in agosto, è tornato un clima di completa condivisione e di sinergia. Un risultato per nulla scontato e perseguito con determinazione, tramite 4 anni di incontri, colloqui e lavori. Non è un risultato però di cui posso fregiarmi in solitaria, semmai è frutto di un lavoro di squadra con le Istituzioni. Debbo ringraziare l’amico Daniele Guerrera per quanto svolto sul territorio, la Regione Liguria, il vice presidente in carica con delega al Marketing Territoriale Alessandro Piana che ci ha condotti al via libera definitivo».

«Essere di nuovo parte integrante del Giro d’Italia – dice il vice presidente della Regione Liguria Alessandro Piana – è un traguardo che non potevamo mancare. Le concertazioni delle ultime settimane e l’appoggio ricevuto dai sindaci del territorio vanno proprio nella direzione di celebrare questo sport e di non far mancare la sinergia della nostra regione ad un evento importantissimo e internazionale. Non solo, è un impatto emozionale e visivo con share stabilmente a doppia cifra, rilanciato dai media e motore di marketing territoriale».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here