Chiavari: mercoledì 18 ottobre esercitazione di Protezione civile (ore 9.30-13)

Il test prevede l’esondazione del torrente Rupinaro con messaggio di allerta sui dispositivi mobili e attivazione delle sirene cittadine

Chiavari: mercoledì 18 ottobre esercitazione di Protezione civile (ore 9.30-13)

A Chiavari mercoledì 18 ottobre, dalle 09.30 alle 13, si svolgerà una nuova esercitazione di Protezione civile per verificare le procedure operative previste per lo scenario “Rischi da fenomeni meteo” del piano di emergenza comunale. L’obiettivo è verificare la risposta delle strutture operative e del centro di coordinamento, il sistema di diffusione sonora e il sistema di allertamento della popolazione.

Il test prevede l’esondazione del torrente Rupinaro con l’attivazione della fase di allarme, proprio come è avvenuto nelle precedenti esercitazioni di novembre 2022 e dello scorso giugno, con l’apertura del Centro operativo comunale e l’attivazione delle sirene installate nella scuola di Sampierdicanne, in via Franceschi, sui ponti di corso Italia, di corso Genova e di via Castagnola.

Due le novità di questa terza esercitazione. Verrà simulata l’evacuazione delle persone fragili che occupano unità abitative ricadenti nell’area ad alto rischio inondazione del Rupinaro, censite dal progetto sperimentale avviato dal comune di Chiavari con l’Asl4. E per ottimizzare l’attuazione delle procedure di Protezione Civile, per la prima volta il Coc utilizzerà il nuovo supporto operativo “Sirene”, il prodotto della ricerca messa in atto dal laboratorio Large del Cnr-Igag in collaborazione con il Comune di Chiavari.

Verrà emanata la fase di allarme e la popolazione riceverà un messaggio di allertamento (in questo caso con scritto ESERCITAZIONE) tramite tutti i canali (Nowtice, App Io, App Flagmii, pannelli a messaggio variabile, sms) e successivamente si attiverà il sistema di diffusione sonora, che rappresenterà il segnale dell’imminente emergenza dovuta all’esondazione del Rupinaro, determinando un imminente pericolo per l’incolumità dei cittadini.

«Come amministrazione abbiamo investito molto nel potenziamento del sistema locale di Protezione Civile. Il nostro Centro operativo è un’eccellenza nel Tigullio e, in un’ottica di miglioramento continuo, abbiamo deciso di continuare l’esperienza fatta sinora pianificando una nuova esercitazione per il torrente Rupinaro. Un’attività di prevenzione fondamentale, che vede diversi attori coinvolti, e necessaria per fornire gli strumenti e le informazioni necessarie ai cittadini per adottare i corretti comportamenti in caso di allarme» spiega l’assessore Alessandra Ferrara.

«Non interverremo sulla viabilità cittadina, ma saranno dislocati sul territorio comunale oltre ai funzionari di Protezione Civile, gli agenti della Polizia Locale,  la Guardia Costiera, le associazioni di volontariato, tecnici comunali e militari di Stelmilit – dichiara il comandante della Polizia Locale, Fabio Lanata – Si tratta di lavoro di coordinamento importante anche per comprendere al meglio come agire in caso di reali emergenze meteo».

In occasione delle giornate nazionali della campagna “Io non rischio. Buone pratiche di protezione civile” domani, sabato 14 e domenica 15 ottobre i volontari della Protezione Civile Radio Club Levante saranno in piazza Matteotti, entrambe i giorni dalle 09 alle 18, per sensibilizzare i cittadini sui comportamenti da adottare in caso di eventi meteo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here