Stadio Picco, lieve ritardo nei lavori. Sarà pronto a ottobre

La nuova copertura della curva Ferrovia (per una cifra di 850 mila euro) è invece prevista nei mesi di giugno-agosto 2024

Stadio Picco, lieve ritardo nei lavori. Sarà pronto a ottobre

Proseguono secondo programma, nonostante qualche ritardo, i lavori di adeguamento e ammodernamento dello stadio Alberto Picco della Spezia. Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone hanno fatto un sopralluogo all’impianto sabato.

Presenti all’incontro anche il sindaco spezzino Pierluigi Peracchini, la società Spezia Calcio e Gino Zavanella, founder & head of group di Gau Arena, società che ha ideato e seguito il progetto.

Dal sopralluogo è emerso che l’allineamento ai criteri stabiliti dalla Figc avanza correttamente grazie al costante impegno degli addetti ai lavori e che, ultimata questa prima fase, lo Spezia potrà tornare a disputare le partite casalinghe al Picco. Nello specifico, è ora operativo il cantiere che insiste sull’ammodernamento della Tribuna e sui relativi locali interni, con ampliamento dei primi tre livelli. È grazie al cofinanziamento regionale (Fondo Strategico regionale 2023-2025) pari a 3,8 milioni, di cui 1,18 già liquidati, che la Regione Liguria prosegue il percorso di restituzione alla città di un’infrastruttura sportiva moderna, sicura e rispondente ai parametri federali. A questa prima fase di interventi, si aggiungerà la nuova copertura della curva Ferrovia nell’estate 2024.

«Stiamo facendo tutti gli sforzi possibili per riuscire a completare l’intervento nei tempi prefissati − spiega il direttore generale dello Spezia Calcio Andrea Gazzoli − si è registrato un piccolo ritardo, accumulato per un imprevisto che può capitare quando si va a lavorare intorno a una struttura degli anni Trenta, ma siamo fiduciosi. Ci dispiace creare questo disagio ai tifosi, perché sappiamo che Cesena non è una trasferta agevole, ma stiamo cercando di stringere i tempi e fare un ultimo sforzo affinché si riesca a raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati». In sostanza i lavori non saranno conclusi per l’8 ottobre, ma il match potrebbe comunque disputarsi al Picco.

«Un investimento importante che la città e la Liguria attendevano da tempo – spiegano il presidente della Regione Giovanni Toti e l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone – sarà il primo stadio ligure completamente rinnovato da parte della Regione Liguria, un esempio apripista per i progetti futuri. Attraverso questi interventi traguarderemo l’obiettivo prefissato insieme alla società dello Spezia Calcio, in sinergia con il Comune, di avere uno stadio adeguato ai parametri della massima divisione. Una promessa che è stata mantenuta: ultimati i lavori i tifosi potranno tornare a riempire lo stadio godendo di spazi innovativi. Si sta facendo il possibile affinché questo accada il prima possibile, consapevoli dell’importanza di giocare le partite di campionato nella propria città».

«I lavori di adeguamento sono parte di un più ampio progetto di riqualificazione che farà diventare il Picco uno degli stadi più belli d’Italia – aggiunge il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – frutto della stretta collaborazione tra il Comune, la Regione Liguria e la società Spezia Calcio. Si tratta di un intervento richiesto da tempo dagli spezzini, che soddisferà le esigenze dei tifosi di oggi e delle future generazioni, consolidando la nostra identità sportiva, parte integrante del tessuto vitale di questa città».

Per quanto riguarda il finanziamento regionale, le fasi di intervento previste sono due:
– FASE 1, ammodernamento Tribuna e curva Ferrovia con interventi sui servizi di vario genere a favore di atleti, staff e pubblico (per una cifra di 2,95 milioni di euro), in corso.
– FASE 2, nuova copertura della curva Ferrovia (per una cifra di 850 mila euro) prevista nei mesi di giugno-agosto 2024.

Al bilancio complessivo dei lavori si aggiungono l’intervento già concluso nel settore ospiti, la creazione di nuovi corner della curva Piscina, con contestuale aumento dei posti a sedere e annessa realizzazione di aree di sicurezza con nuovi percorsi afflusso/deflusso e il rifacimento servizi igienici settore Distinti. Secondo il progetto presentato nel Piano di fattibilità dello Spezia Calcio, il termine complessivo è previsto per l’estate 2024.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here