Siccità ed emergenza idrica nel convegno della Cooperativa Olivicola di Arnasco: rischio calo produzione

Cia Savona: «Stiamo conducendo un'azione forte e costante per avere risposte immediate su rete idrica e sistema irriguo»

Il tema della siccità e dell’emergenza idrica è stato al centro del convegno organizzato dalla Cooperativa Olivicola di Arnasco in occasione della tradizionale consegna del premio “Arnasca d’Argento”, quest’anno assegnato alla geologa Luana Isella, che ha relazionato anche in merito alla situazione del nostro territorio sul fronte dell’approvvigionamento idrico.

All’incontro di sabato scorso, oltre alla presenza del prefetto di Savona Enrico Gullotti, sono intervenuti il presidente regionale di Cia Stefano Roggerone e il presidente provinciale Sandro Gagliolo. A fare gli onori di casa il presidente della Cooperativa Olivicola Luciano Gallizia.

L’evento ha unito tradizione, storia e sostenibilità ambientale, con particolare riferimento all’oro giallo, l’olio, e l’oro blu, l’acqua, come risorse primarie legate l’una all’altra e da preservare rispetto ai cambiamenti climatici in atto.

Tra l’altro, proprio le carenze idriche continuano a colpire le diverse filiere agricole e in particolare l’olivicoltura, che rischia ancora cali di produzione nell’ambito di una eccellenza agroalimentare savonese.

Il presidente di Cia Savona dichiara: «Cia sta conducendo una azione forte e costante per avere risposte immediate su rete idrica e sistema irriguo con i progetti infrastrutturali di lungo periodo necessari a tutelare aziende e produttori agricoli, come vasche e invasi: questo non solo con le risorse del Psr per interventi di manutenzione e ristrutturazione di impianti e fonti di approvvigionamento per l’irrigazione, ma anche con lo stesso Pnrr, sviluppando tutte le progettualità consone a un indispensabile processo di rinnovamento e ammodernamento».

Ha ricordato anche il progetto del Consorzio di Bonifica per l’albenganese, sul quale sono in corso analisi e valutazioni tecnico-economiche per la sua fattibilità: «Si tratta di un obiettivo coraggioso nella tutela del nostro territorio e nella prevenzione dal dissesto idrogeologico, ma che potrebbe avere funzionalità anche per il servizio irriguo».

Nel corso dell’iniziativa di Arnasco altro riconoscimento: il premio annuale “Gianni Alberti” per ’Istituto Agrario “Aicardi” di Albenga, che è stato consegnato proprio dai dirigenti Cia, Stefano Roggerone e Sandro Gagliolo, alla vicaria della scuola agraria ingauna, la professoressa Mariella Gaudenti. Alla cerimonia ha preso parte anche lo studente Jacopo Petitbon, all’ultimo anno del suo percorso formativo all’istituto professionale ingauno, protagonista al concorso nazionale rivolto alle scuole agrarie che si è svolto a Siena.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here