Rio Maltempo: al via gli espropri per l’adeguamento idraulico

La procedura di esproprio rientra nel progetto delle opere di adeguamento idraulico del tratto tombinato di valle del rio Maltempo e del torrente Torbella (20.860.000 euro)

Su proposta dell’assessore a Bilancio, Lavori Pubblici, Opere strategiche infrastrutturali, Rapporti con i Municipi, Pietro Piciocchi, di concerto con l’assessore all’Urbanistica, Demanio Marittimo, Sviluppo Economico, Lavoro e Rapporti Sindacale, Mario Mascia, è stata approvata la delibera di giunta che prevede “Adeguamento del Puc vigente per l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio delle aree del tratto tombinato di Valle del Rio Maltempo” e la “dichiarazione di pubblica utilità dell’opera”.
Nello specifico, poiché le opere di adeguamento idraulico del tratto tombinato di valle del rio Maltempo, affluente sulla sponda sinistra del torrente Polcevera, vanno a interessare sia aree pubbliche sia aree di proprietà di terzi, che dovranno essere acquisite, il Comune ha deciso di ricorrere alla procedura espropriativa, e ha avviato l’iter, per un totale di 265 mila euro, coperti finanziariamente con decreto n. 97 del 20 aprile 2022 dal ministero delle infrastrutture e della Mobilità Sostenibile.
La procedura di esproprio rientra, in questa fase, nel progetto delle opere di adeguamento idraulico del tratto tombinato di valle del rio Maltempo e del torrente Torbella (20.860.000 euro), inserito nel piano triennale dei lavori pubblici, per la messa in sicurezza idraulica del tratto terminale del rio. L’intera opera di adeguamento idraulico è necessaria per la prosecuzione delle attività di realizzazione dei lavori di prolungamento della linea Brin-Canepari della Metropolitana, evitando la chiusura, in caso di allerte meteo arancione e rossa, della stazione di via Canepari.
Il responsabile del procedimento ha già comunicato l’avvio della procedura espropriativa ai soggetti interessati e non sono pervenute osservazioni.
«Uno step importante quello dell’esproprio di queste aree − dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi − che ci permette di proseguire con lavori di messa in sicurezza di una porzione importante del quartiere di Certosa e della Valpolcevera. Un intervento che riguarda l’adeguamento idraulico, la pulizia e le tombinature dei rivi che attraversano Genova, sono parte integrante della strategia di prevenzione e monitoraggio che stiamo portando avanti come Amministrazione per costruire una città sempre più sicura e al riparo dagli eventi alluvionali che l’hanno colpita nel recente passato».

«Senza dubbio − aggiunge il consigliere del Comune di Genova Alessio Bevilacqua delegato in materia di tutela e sviluppo delle vallate − si tratta di un’opera che potrebbe cambiare per sempre lo scenario del dissesto idrogeologico di quei territori, sbloccando di fatto una parte di città da troppo tempo in balìa del Maltempo».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here