L’architettura spiegata ai bambini: nasce SOUx Genova, scuola di architettura dai 7 ai 12 anni

Il progetto dello studio di architettura Atelier(s) Alfonso Femia

L’architettura spiegata ai bambini: nasce SOUx Genova, scuola di architettura dai 7 ai 12 anni

Una scuola di architettura per bambine e bambini dai 7 ai 12 anni per riaffermare la relazione con il territorio partendo proprio dalle future generazioni: è SOUx Genova, progetto intrapreso dallo studio di architettura Atelier(s) Alfonso Femia, nelle persone di Simonetta Cenci, direttore generale, e Alfonso Femia (nella foto), fondatore e presidente.

La città e l’architettura sono potenti strumenti di espressione civica e l’immaginazione il più straordinario mezzo creativo, per questo ‘SOUx Genova’ mira a proiettare la capacità immaginativa dell’infanzia nel pragmatico mondo dell’architettura.

L’attività sarà affiancata da laboratori e finalizzata a un progetto (messo a punto dai bambini) sul parco Villetta di Negro, nel centro storico della città.

Il corso è rivolto a 20 bambini, si svolgerà parallelamente allo svolgimento dell’anno scolastico, da ottobre a maggio, con incontri pomeridiani, una volta la settimana, per la durata di due ore e mezza (dalle 15.30 alle 18.00), in sedi diverse, scelte tra le location più significative della vita culturale e amministrativa della città, Urban Lab, Università e altri luoghi pubblici. In un’ottica di inclusione e di accoglienza SOUx Genova non richiederà alcuna retta, salvo una quota d’iscrizione a copertura assicurativa e di alcune spese vive.

Con il patrocinio di Regione Liguria, Comune di Genova, Università di Genova, Ordine degli Architetti e Fondazione per l’Architettura di Genova e Ordine degli Ingegneri di Genova. 
Sostenuto da Gruppo Spinelli e da San Giorgio Seigen di Genova.

Simonetta Cenci, direttore generale degli Atelier(s), con un passato recente di assessore all’urbanistica di Genova (2017-2022), ha intrapreso lo sviluppo della scuola di architettura con la volontà di stimolare senso di appartenenza, attitudine a vedere e immaginare nei bambini, piccoli cittadini.

Cenci, che è direttore della scuola, è coadiuvata da un team di professionisti con i quali condivide sensibilità e obiettivi: i genovesi Teresa Musetti, insegnante con scuola formazione psicoanalista modello Tavistock di Londra presso Aippi di Milano; Enrico Martino e Carola Picasso, architetti, direttori di progetto in Atelier(s) Alfonso Femia, Francesca Fassio, esperta per la diversity, Nora Bruzzone, architetto sui temi dell’urbanistica e della città e Daniela Bergallo, per gli aspetti organizzativi e amministrativi.

Per sostenere i contenuti del corso, interfacciando l’architettura, la città, l’arte, è stata coinvolta Ilaria Di Meo, artista senese di fama nazionale che, attraverso le sue opere, racconta affascinanti storie di animali, pesci, piante, stimolando curiosità e stupore.

«Il progetto SOUx Genova sarà un’esperienza straordinaria. Noi ci impegneremo
per trasferire racconti, storie, strumenti per far amare e stimolare l’immaginazione
prima di tutto e poi per progettare, ma sono certa che i bambini ci restituiranno
in misura decuplicata un arricchimento di visioni, impressioni, sogni. Impareremo
dai loro occhi a guardare in modo diverso la nostra bellissima città», ha dichiarato
Cenci.

Informazioni e contatti: souxgenova@sou-schools.com, tel 02 54019701, mob 3473186636.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here