Turismo: Genova sesta città italiana per crescita delle presenze dal 2014 al 2022

Secondo Sociometrica le presenze nel periodo sono cresciute del 30%

«Continuano ad arrivare segnali che testimoniano l’estrema vitalità del turismo in Liguria, a cominciare dal nostro capoluogo: secondo un’analisi di Sociometrica, Genova è sesta nella top ten delle città italiane che negli ultimi anni hanno registrato la maggior crescita percentuale di presenze. Un’ulteriore conferma dell’eccellenza della nostra offerta turistica, a Genova come nel resto della Liguria, che si va ad aggiungere ai tanti studi e rilevazioni che confermano il sempre più grande interesse per la Regione da parte di italiani e stranieri. Si sta rafforzando l’immagine della Liguria come meta ricca di opportunità, dal mare record di Bandiere Blu alle bellezze dell’entroterra, e di Genova come grande città d’arte e cultura: da questa tendenza non possono che giungere grandi opportunità di crescita, lavoro e sviluppo».

Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, a commento dei dati diffusi da Sociometrica (azienda specializzata in studi socio economici) e riportati oggi sul Secolo XIX: dal 2014 al 2022 Genova ha visto una percentuale di crescita delle presenze del 30%, il sesto miglior risultato a livello italiano.

Solo qualche giorno fa Confcommercio aveva indicato la Liguria come la meta più scelta dagli italiani per trascorrere le proprie vacanze d’agosto 2023.

«Il grande risultato registrato a Genova in questi ultimi anni è il frutto dell’ottimo lavoro di squadra fatto da Regione e Comune in termini di promozione: tanti eventi si sono svolti in città, portando ad un notevole miglioramento dei servizi e ad un aumento esponenziale dell’offerta ricettiva sia a livello quantitativo che qualitativo – aggiunge l’assessore al Turismo Augusto Sartori – A riprova di ciò vi è il conseguimento della quinta stella da parte dell’hotel Bristol, che fa salire a quattro il numero degli alberghi extralusso del capoluogo. In generale, tutta la Liguria sta vivendo un momento d’oro: la nostra regione sta diventando meta di un turismo sempre più internazionale, basti pensare al numero crescente di ospiti stranieri anche d’oltreoceano, e ed è sempre più richiesta anche al di fuori dei tradizionali periodi estivi».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here