Toirano: inaugurata la nuova strada di collegamento tra centro e Orti Pagliacci

L'opera è stata realizzata per un costo complessivo di circa 220 mila euro, di cui 197 mila cofinanziati dal Fondo Strategico Regionale

Toirano: inaugurata la nuova strada di collegamento tra centro e Orti Pagliacci

Inaugurata oggi, alla presenza dell’assessore regionale alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone e del sindaco di Toirano Giuseppe De Fezza, la nuova strada urbana di collegamento tra la località Orti Pagliacci e il centro cittadino del Comune di Toirano. L’opera è stata realizzata per un costo complessivo di circa 220 mila euro, di cui 197 mila cofinanziati dal Fondo Strategico Regionale (art. 41 L.R 34 del 2016).

L’intervento si è reso necessario in seguito alla valutazione di inadeguatezza idraulica del preesistente ponte sul torrente Varatella. Pertanto, tenuto conto dei vincoli strutturali e morfologici a cui è sottoposta l’area, gli uffici della Regione Liguria hanno ritenuto, in sinergia con gli uffici comunali, di intervenire con la realizzazione di un nuovo tracciato. I lavori si sono divisi in due fasi. Un primo lotto (fondi Fsr 2019), propedeutico, ha interessato il risanamento delle strutture corticali del ponte permettendone l’utilizzo transitorio da parte di pedoni e veicoli. Il secondo lotto (fondi Fsr 2020) ha in seguito previsto l’apertura del cantiere per costruire la via alternativa tramite immissione in via Costa. Con tale intervento, è stato possibile alleggerire la viabilità, abbattere i costi di un eventuale nuovo ponte carrabile e garantire al contempo un accesso sicuro ai pedoni mediante gli adeguamenti del ponte sul Varatella.

Nello specifico del secondo lotto, gli interventi per la nuova viabilità della borgata Orti Pagliacci ammontano a un totale di circa 180 mila euro e hanno comportato innanzitutto la realizzazione del tracciato guida sulla base del tracciato progettuale, così da individuare il futuro sedime. A seguire, si è proceduto con la definizione delle livellette e del tracciamento esecutivo, e quindi con la localizzazione delle aree per realizzare i riporti e le opere d’arte. Terminato il tracciato, è stata la volta delle stratificazioni del sottofondo stradale e della posa tubazioni servizi e pozzetti, per terminare con la posa del manto stradale in conglomerato bituminoso e del guardrail laterale. A seguito di scavi e riprofilature di versante, si è realizzato il rivestimento delle scarpate e una prima valutazione per il successivo rinverdimento, con contestuale creazione, dove necessario, delle pendenze trasversali e dei canali di raccolta acque.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here