Sicurezza sul lavoro: da gennaio oltre 250 sopralluoghi del Cpt nei cantieri edili spezzini

Il Comitato paritetico territoriale è formato da Ance La Spezia e dalle organizzazioni sindacali Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil

Continua l’impegno di Ance La Spezia e di Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil, per aumentare la sicurezza nei cantieri edili.

Anche per il 2023 si riconferma l’impegno da parte del Comitato paritetico territoriale della Spezia, con una presenza capillare sui cantieri edili della provincia.

Con soddisfazione il presidente dell’ente Erica Rossi sottolinea che «Da gennaio ad oggi sono già stati effettuati più di 250 sopralluoghi. Nel 2022 i sopralluoghi eseguiti, in parte di propria iniziativa in parte su richiesta delle imprese stesse, sono stati 370, interessando circa 450 imprese e oltre 700 lavoratori».

Il Cpt della Spezia, Comitato paritetico territoriale per la prevenzione infortuni, igiene ambiente di lavoro in edilizia, è costituito e gestito da Ance La Spezia – Associazione nazionale costruttori edili – e dalle organizzazioni sindacali Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil, ed è fondato su un rapporto di pariteticità fra i partecipanti.

Ogni anno, il Cpt, tramite il proprio personale tecnico, effettua centinaia di sopralluoghi nei cantieri edili della provincia spezzina, in uno spirito di collaborazione con le imprese e con i rappresentanti dei lavoratori, allo scopo di suggerire ai responsabili tutte le misure da adottare per la sicurezza sul lavoro.

In provincia della Spezia opera dal 1988 con la specifica finalità di promuovere lo studio e la risoluzione dei problemi inerenti la prevenzione degli infortuni nei cantieri edili, e più in generale contribuire al miglioramento degli ambienti di lavoro e nel contempo aiutare le imprese nella gestione della sicurezza.

Il vicepresidente Gianni Carassale ricorda che «L’obiettivo è quello di essere un punto di riferimento per il comparto delle costruzioni nell’individuazione di soluzioni tecniche e organizzative dirette a garantire la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori nei cantieri edili, e uno strumento per promuovere la cultura della sicurezza».

«Nel mondo del lavoro attuale, teatro di continue trasformazioni, è indispensabile che ci sia un impegno condiviso indirizzato alla creazione di realtà produttive in cui tutti coloro che intervengono a vario titolo abbiano assimilato una cultura della sicurezza tesa a favorire comportamenti consapevoli e responsabili», conclude Carassale.

In quest’ottica il Cpt della Spezia ha consolidato un costante dialogo e confronto, infatti  è presente a tavoli tecnici organizzati con gli organi di vigilanza locali che rappresentano proficui momenti di confronto, nella consapevolezza che la filosofia della prevenzione è una filosofia che intende se stessa come processo partecipativo.

«L’attività del Cpt – ricorda Rossi − è di mera consulenza e assistenza, la quale viene  fornita sia ai lavoratori che alle imprese e che tutti i servizi di consulenza erogati sono gratuiti».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here