Santa Margherita: avviati lavori manutenzione reti acque bianche e alvei torrenti

Si tratta di due provvedimenti distinti per un valore complessivo di quasi 70 mila euro affidati alle ditte Sangoi e Al.Mar.

In vista della stagione autunnale, e a fronte di eventi metereologici potenzialmente sempre più intensi, si intensificano a Santa Margherita Ligure i lavori di manutenzione e pulizia delle reti di raccolta e scarico delle acque bianche (pozzetti, caditoie, condotte, canali di scolo, vasche, tombinature e reti) e i lavori di manutenzione e pulizia della vegetazione negli alvei dei torrenti cittadini.

Si tratta di due provvedimenti distinti per un valore complessivo di quasi 70 mila euro affidati alle ditte Sangoi e Al.Mar. Entrambi gli interventi sono stati progettati dall’Ufficio tecnico tenendo conto delle fragilità del nostro territorio. Nei lavori sono previste anche delle videoispezioni delle linee interrate mentre gli interventi in alveo si svilupperanno per oltre 7 chilometri.

«Come Amministrazione proviamo a mettere in campo tutti gli interventi necessari per fronteggiare le precipitazioni sempre più intense − spiega il vicesindaco con delega alla protezione civile Emanuele Cozzio − quest’anno abbiamo anticipato i lavori di pulizia e manutenzione e stanziato più risorse. Ringrazio gli Uffici comunali per il lavoro svolto».

Di seguito l’elenco dei tratti dei torrenti interessati dagli interventi:

Torrente dell’Acqua Viva (loc. Paraggi), per m 300 circa di sviluppo;
Torrente San Siro, procedendo da monte verso valle, da Terreno in via dei Gandolfi sino a sotto il campo sportivo/parcheggio “Broccardi” e, in seguito, dal capolinea bus di via Garibotti all’inizio del tratto tombinato, angolo via Crosa dell’Oro per m 710 circa di sviluppo, m 190 di fossato laterale e mq 300 circa di scarpata;
Torrente Nozarego (zona Madonnetta) e affluente Fosso della Madonnina (da Via Priv. Broccardi), per m 1.210 circa di sviluppo, oltre a diverse alberature morte in piedi o schiantate e la pulizia da infestanti e rampicanti dell’intero perimetro (circa 200 mt.) del parcheggio pubblico di Via Madonnetta prospiciente il Torrente Nozarego;
Torrente Magistrato, dalla zona di confluenza con il Fosso della Sorgente Gallina sino all’inizio del tratto tombinato di Via Dogali, per m 620 circa complessivi di sviluppo;
Fossi della Baiucca e di Cassinello, dalla zona capolinea bus in Via Baiucca-Via Costamezzana sino alla briglia metallica in Via Sbarbaro, per m 725 circa complessivi di sviluppo;
Fosso di Nozarego (loc. Nozarego), a monte ed a valle di Via Partigiano Berto, per m 95 circa di sviluppo, oltre ad alcune ramaglie secche schiantate e rifiuti abbandonati;
Fosso di Santa Barbara, a monte delle strade Via Gnecco e Berto Solimano, per m 110 circa complessivi di sviluppo;
Fosso di Mortero, a monte del campo a 5 , per m 75 circa di sviluppo, oltre a mq 300 circa di scarpata;
Strada vicinale di Villa Punta, loc. Paraggi, per rimozione detriti legnosi ed infestanti a rischio di scivolamento, a monte del fosso su S.P. 227, per m 250 circa di sviluppo;
Fossati Fonte del Diavolo – Villa Troglio, dalla strada vicinale di “Sotto Villa Troglia” sino al parco pubblico di Viale la Torre (Parco “Cassinelli), per m 370 circa di sviluppo, oltre all’affluente in sponda destra (Fosso Villa Troglio), per m 330 circa di sviluppo, così per complessivi m 700 m circa;
Fosso San Massimo in località San Lorenzo della Costa, nel tratto tra Via Giuntini e Via Aurelia per mt. 15 circa di sviluppo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here