Ricerca industriale e intelligenza artificiale: aperto il Bando Raise per imprese liguri

Ecco tutti i requisiti necessari per candidarsi ed essere ammessi

Ricerca industriale e intelligenza artificiale: aperto il Bando Raise per imprese liguri

Entro il 20 settembre imprese della Liguria e del Mezzogiorno possono candidarsi per il Bando Raise per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nei domini dell’intelligenza artificiale e della robotica

La Camera di Commercio di Genova, promuove il bando Raise (Robotics & AI for Socio-economic Empowerment), che prevede finanziamenti a fondo perduto se si sviluppano ecosistema di innovazione che abbiano presente almeno una delle seguenti tecnologie: intelligenza artificiale (Ia) e robotica. Possono partecipare micro, piccole e medie imprese con unità locale in Liguria e nel Mezzogiorno oppure in partenariato imprese della Liguria con quelle del Mezzogiorno.

Gli ambiti interessati mirano a supportare la crescita e la commercializzazione di tecnologie e soluzioni innovative in vari settori, tra cui sanità, città, porti e ambiente:

1. Smart city accessibili e inclusive: utilizzare la robotica e l’Ia per sviluppare soluzioni “smart city” innovative per migliorare l’accessibilità e promuovere l’inclusione nelle aree urbane, ad esempio, personalizzazione della fruizione di percorsi pedonali o veicolari, spazi pubblici per il tempo libero accessibili e inclusivi.
2. Assistenza sanitaria personale e remota: utilizzare la robotica e l’Ia per migliorare l’assistenza sanitaria, sia in termini di dispositivi medici personali, come robot di assistenza o dispositivi di monitoraggio della salute, sia in termini di telemedicina.
3. Cura e protezione dell’ambiente: utilizzare la robotica e l’Ia per la gestione dell’ambiente e la mitigazione del cambiamento climatico, ad esempio con robot per il monitoraggio ambientale, Ia per la gestione dell’energia, e così via.
4. Porti intelligenti: utilizzare la robotica e l’Ia per migliorare l’efficienza e la sicurezza dei porti. Questo potrebbe includere l’uso di robot autonomi per il trasporto di merci o sistemi di Ia per la gestione del traffico portuale.

I soggetti beneficiari sono micro, piccole e medie imprese (mpmi), singolarmente o in partenariato; le grandi imprese possono essere soggetto beneficiario solo se aggregate in partenariato a mpmi. Gli organismi di ricerca non possono essere beneficiari ma possono partecipare alle iniziative progettuali oggetto del bando attraverso accordi specifici di ricerca contrattuale con uno o più beneficiari.

Per essere ammessa un’impresa singola dovrà soddisfare i seguenti requisiti: presenza di un’unità locale in Liguria presso la quale dovranno essere sostenuti almeno il 50% dei costi eleggibili complessivi del progetto; presenza di un’unità locale nel Mezzogiorno presso la quale dovranno essere sostenuti almeno il 30% dei costi eleggibili complessivi del progetto.

Sono ammissibili le proposte progettuali che prevedano attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale. Ogni progetto, le sue attività e i suoi risultati dovranno integrarsi con le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale attualmente in corso presso gli Spoke di Raise (qui il bando) mirando alla creazione di nuovi prodotti, servizi o processi di rilevanza industriale, dimostrando un elevato livello di innovazione attraverso lo sviluppo di tecnologie abilitanti che migliorino la competitività del sistema produttivo e sociale e favoriscano la transizione verde e digitale.

In caso di impresa singola:
presenza di un’unità locale in Liguria presso la quale dovranno essere sostenuti almeno il 50% dei costi eleggibili complessivi del progetto:
presenza di un’unità locale nel Mezzogiorno presso la quale dovranno essere sostenuti almeno il 30% dei costi eleggibili complessivi del progetto.
In caso di partenariati:
presenza di almeno un’impresa con un’unità locale in Liguria;
presenza di almeno un’impresa con un’unità locale nel Mezzogiorno;
almeno il 30% dei costi eleggibili complessivi del progetto dovranno essere sostenuti nel Mezzogiorno;
almeno il 50% dei costi eleggibili complessivi del progetto dovranno essere sostenuti dalla/dalle imprese con unità locale in Liguria.

Ciascun progetto dovrà avere una durata massima di 18 mesi fatte salve eventuali proroghe che saranno oggetto di valutazione. Ogni progetto dovrà comunque concludersi entro il 30 giugno 2025.

La documentazione è trasmissibile fino al giorno 20 settembre 2023 alle 18.

La procedura di presentazione delle domande avviene mediante Pec al seguente indirizzo: raise@pec.iit.it, indicando nell’oggetto della Pec la seguente dicitura “Domanda di finanziamento – Raise – Spoke [numero Spoke] – [Acronimo progetto]”.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here