Regione, accordo con Anci per affiancare gli enti locali nelle pratiche tecniche

La consulenza riguarderà anche gli iter necessari per ottenere finanziamenti

Regione, accordo con Anci per affiancare gli enti locali nelle pratiche tecniche

La Regione Liguria, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Marco Scajola, ha approvato uno schema di accordo con Anci Liguria, in rappresentanza dei Comuni, della Città Metropolitana di Genova, delle Province e delle Unioni di Comuni della Liguria. L’obiettivo è fornire un supporto agli enti e alle autonomie locali attraverso la consulenza di figure tecniche competenti che contribuiscano a migliorare la qualità delle proposte in ambito di pianificazione, progettuale, ambientale, paesaggistico e delle opere pubbliche.

«Sono molto soddisfatto che sia stato raggiunto un accordo tra Regione e Anci Liguria che prevede l’erogazione da parte nostra di un servizio a supporto degli enti locali, compatibilmente con l’attività istituzionale, affidata agli Uffici nell’ambito della Vicedirezione Generale Territorio – spiega l’assessore Marco Scajola –. Per venire incontro ai Comuni, soprattutto di piccole dimensioni, che potrebbero riscontrare difficoltà nello svolgere i compiti tecnici ed amministrativi ho convocato un tavolo di confronto con Anci Liguria. Pertanto, è stato designato un gruppo di lavoro denominato “Struttura tecnica regionale di supporto” attraverso il quale fornire l’assistenza in ambito tecnico ma anche negli iter amministrativi per ottenere finanziamenti gestiti dalla Vicedirezione Generale territorio e destinati alla programmazione dell’ente locale. L’obiettivo è rispondere agli adempimenti inerenti la redazione di progetti da sottoporre a richieste di cofinanziamento regionale e, più in generale, alla gestione tecnico-economico-finanziaria di opere e contratti pubblici e all’attività di monitoraggio in ambito di Osservatorio regionale dei Contratti Pubblici e presso Anac».

«Un accordo importante per i piccoli comuni liguri che spesso riscontrano difficoltà nella partecipazione ai bandi – afferma il direttore di Anci Liguria Pierluigi Vinai –. Un supporto concreto, grazie al quale le amministrazioni potranno fare affidamento su quelle professionalità specifiche che possono talvolta non essere presenti negli staff delle municipalità. La cooperazione tra Regione e Anci si conferma una carta vincente: remando tutti nella stessa direzione, saremo in grado di gestire al meglio le pratiche della civica amministrazione e quindi, di conseguenza, offrire un servizio migliore a beneficio delle comunità locali».

L’accordo garantisce maggiore efficienza ed efficacia al processo di realizzazione degli interventi, con particolare riferimento a quelli cofinanziati da Regione Liguria per il tramite della Vicedirezione Territorio. Lo schema di accordo definisce e formalizza l’attività di supporto tecnico fornita dalla Regione agli Enti locali nello svolgimento di attività che riguardano le competenze della Vicedirezione Generale Territorio, tra cui:

richiesta di finanziamenti gestiti dalla Vicedirezione e destinati a perseguire la programmazione dell’ente locale;

redazione di progetti da sottoporre a richieste di cofinanziamento regionale e, più in generale, alla gestione tecnico-economico-finanziaria di opere e contratti pubblici e all’attività di monitoraggio in ambito di Osservatorio regionale dei Contratti Pubblici e presso Anac;

ottenimento di pareri tecnici e legali relativi all’attività dell’Ente locale nell’ambito di competenze analoghe per materia a quelle gestite dalla Vicedirezione Territorio;

rilascio di autorizzazioni, pareri, nulla osta e approvazioni comunque denominati, di competenza delle Strutture della Vicedirezione;

ottenimento di pareri in ordine alle procedure tecniche, urbanistiche pianificatorie, paesaggistiche ed ambientali gestite dalla Vicedirezione Generale Territorio.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here