Bando Gal Riviera dei Fiori su attività extra agricole: contributi da 50mila a 90mila euro

Possono partecipare enti locali e aziende private: c'è tempo fino 30 settembre

Sta per concludersi l’attività del Gal Riviera dei Fiori riguardo l’emanazione dei bandi per il finanziamento di progetti.

Tenendo conto della tempistica necessaria per portare a termine i progetti (fase istruttoria, realizzazione delle le opere previste, domande di pagamento e incombenze di rendicontazione dei fondi), Gal ha deciso di concentrare le risorse residue e le economie realizzate destinandole a un unico bando.

La scelta è ricaduta sul bando 3.1.2  “Creazione e sviluppo di attività extra-agricole e infrastrutture turistiche-ricreative”.

Si tratta di un progetto integrato che prevede la partecipazione congiunta di enti locali e aziende private che possono presentare interventi, attinenti il settore turistico, con una previsione di contributo pubblico che va da 50.000 a 90.000 euro, compresa l’iva se resta a carico dell’ente.

Interventi ammissibili per i privati

Tipologia di intervento 6.4.3.1.2 (2a) “Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole: punti a) e b)”:

a. ospitalità aziendale (agriturismo, degustazione di prodotti aziendali, turismo naturalistico, attività ricreative, aree attrezzate);

b. attività didattiche finalizzate alla divulgazione dei metodi di coltivazione e allevamento tradizionali e della “vita rurale” (fattorie didattiche);

Tipologia di intervento 6.4.3.1.2 (6a) “Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole ”come:

– offerta di ristorazione e qualificazione dell’ospitalità;

– servizi al turista, servizi per persone con disabilità al fine di rendere le proposte turistiche accessibili;

servizi culturali;

– servizi di mobilità sostenibile (sherpabus, trasporto a chiamata);

– attività sportive e ludiche;

– servizi commerciali per i prodotti del territorio;

– servizi di e-commerce;

Interventi ammissibili per il pubblico

Tipologia di intervento 7.5.3.1.2 “Infrastrutture turistiche e ricreative”;

Sono ammissibili i costi relativi a:

1) Infrastrutture che permettano l’accesso e la fruizione turistica del territorio quali:

a) centri attrezzati per le attività sportive e ricreative legate alla fruizione delle risorse ambientali dell’area (ad esempio: canoistica, palestre di roccia, speleologia, rafting, bird watching, ecc.);

b) aree attrezzate, piste ciclabili, piste per lo sci di fondo, percorsi escursionistici per trekking, mountain bike, ippoturismo, ecc. c) aree attrezzate per la sosta di veicoli ricreazionali (camper);

2) Investimenti finalizzati allo sviluppo di servizi turistici inerenti al turismo rurale quali:

a) investimenti per l’innovazione tecnologica dei servizi turistici attraverso sistemi di informazione e prenotazione telematica, card turistiche per facilitare la fruizione da parte dei visitatori dell’offerta turistica locale;

b) investimenti per l’organizzazione a livello aggregato di servizi di promozione, ricezione, accoglienza, accompagnamento, animazione turistica e altre attività connesse alle esigenze delle imprese turistiche.

Il contributo per i privati è  al 60%, per i pubblici al  100%.

Il termine per la presentazione dei progetti scade il 30 settembre e c’è quindi il tempo per predisporli e presentarli.

Il bando è reperibile a questo link.

Per ottenere maggiori informazioni contattare il Gal ai seguenti indirizzi mail: dario.biamonti@gmail.com, essetio2013@gmail.com.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here