Turismo, presentati a Imperia i bonus assunzionali e fondi Funt per la Liguria

6 mln di euro dal Patto per il lavoro nel turismo (apertura domande 28 giugno) e altri 4 mln dal Fondo unico nazionale per il turismo

Turismo, presentati a Imperia i bonus assunzionali e fondi Funt per la Liguria

Ieri pomeriggio in Camera di Commercio a Imperia l’assessore regionale al Turismo Augusto Sartori ha illustrato alle imprese e alle associazioni di categoria i bonus assunzionali relativi all’edizione 2023 del patto nel lavoro del turismo e i finanziamenti, sempre relativi all’anno in corso, del Fondo unico nazionale per il turismo (Funt) erogati dal ministero del Turismo, di concerto con quello dell’Economia e delle Finanze.

Durante l’incontro, organizzato dal presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria Enrico Lupi alla presenza anche del senatore ed ex assessore regionale al Turismo Gianni Berrino, si è discusso inoltre di sviluppo del territorio, dei problemi infrastrutturali, dei rapporti con il Piemonte e la Francia e di temi nazionali quali la legge sugli Appartamenti ad uso turistico (Aaut) che il Governo vuole portare avanti.

Relativamente ai bonus assunzionali, Regione Liguria ha stanziato 6 milioni di euro per incentivare le assunzioni di durata superiore ai 7 mesi nell’ambito dell’accoglienza e degli stabilimenti balneari, e a tempo indeterminato nell’ambito della ristorazione. L’importo del bonus è parametrato alla durata del contratto stipulato e può arrivare fino a 6 mila euro. Lo sportello per la richiesta dei bonus, istituito presso Filse, aprirà mercoledì 28 giugno.

Per quel che riguarda il Funt, a Regione Liguria sono stati assegnati circa 4 milioni di euro: con i contributi di parte corrente l’ente si pone l’obiettivo di sostenere la programmazione di eventi, manifestazioni e iniziative di promozione turistica con particolare risalto alla destagionalizzazione e alla riscoperta di tradizioni; con i contributi di parte capitale si investirà nel miglioramento della fruibilità e dell’accessibilità dei luoghi di interesse turistico al fine di rilanciare l’economia, la socialità e l’attrattività del territorio.

«Il settore turistico è di vitale importanza per la Liguria: stiamo attivando ogni mezzo per incentivare le imprese della nostra regione a investire sempre di più in un comparto trainante della nostra economia – ha dichiarato Sartori – I dati sono estremamente confortanti anche per l’imperiese dove il costante aumento delle presenze turistiche è direttamente proporzionale alla crescita delle imprese del settore che nel 2022 ha superato le 2700 unità. Anche questi primi mesi del 2023 confermano il trend in crescita: l’incontro di oggi è servito per valutare dove intervenire al fine di alzare ulteriormente l’asticella. Il turismo ligure è sempre più al centro dell’attenzione non solo nazionale ma anche estera, vista la sempre più massiccia presenza di ospiti nelle nostre strutture dalla vicina Francia e anche da oltreoceano».

«La Camera di Commercio ‘Riviere di Liguria’ valuta estremamente positiva la risposta dell’assessore Sartori a partecipare a un incontro con le associazioni di categoria e le imprese finalizzato alla prospettazione delle strategie relative al comparto del turismo che l’assessore ha fornito alla platea presente nella Sala multimediale della Cciaa a Imperia – ha affermato Lupi – Significativa anche la disponibilità dell’assessore alla fase di ascolto degli operatori del settore per tracciare una strategia condivisa che comprenda anche il Ponente».

«Un pomeriggio molto interessante con gli operatori del settore – ha detto Berrino – Oltre agli aspetti prettamente regionali trattati dall’assessore Sartori, ho spiegato le parti del decreto lavoro che più interessano il comparto turistico».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here