Sanità, Consiglio di Stato annulla risarcimento di Regione Liguria a Policlinico Monza

Corretta la revoca del bando da parte della Regione nellla privatizzazione degli ospedali di Cairo Montenotte ed Albenga

Sanità, Consiglio di Stato annulla risarcimento di Regione Liguria a Policlinico Monza

Con sentenza pubblicata in data 23 giugno il Consiglio di Stato dà ragione a Regione Liguria e annulla il risarcimento al Policlinico di Monza disposto dal Tar riconoscendo la correttezza dell’azione amministrativa di revoca del bando da parte di Regione Liguria a proposito della privatizzazione dell’ospedale di Cairo Montenotte e di Albenga. La sentenza del Tar Liguria era stata emessa nel settembre 2022 e Regione Liguria, assistita dall’avv. Pietro Piciocchi, aveva presentato ricorso al Consiglio di Stato.

Il pronunciamento riconosce di fatto che il ricorrente non ha riscontrato nessun danno, in quanto non sarebbe stato in grado di produrre le prestazioni che aveva ipotizzato nel proprio piano finanziario precedentemente alla pandemia da Covid-19, e anzi avrebbe subito esso stesso un danno economico rilevante a causa del blocco totale, sempre a causa della pandemia, dell’attività di elezione per oltre 18 mesi.

«Il Consiglio di Stato non solo conferma la bontà dell’azione di Regione Liguria che ha revocato il bando per la privatizzazione dei due ospedali per la sopravvenuta necessità di riorganizzare la rete delle prestazioni sanitarie in ragione della diffusione del virus Sars-CoV-2 e dei conseguenti nuovi bisogni di salute della popolazione – dichiarano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alla Sanità Angelo Gratarola – ma, come evidenzia il Consiglio di Stato, non risulta né “praticamente certo”, né “indubitabile” che la mancata aggiudicazione alla società Policlinico di Monza spa – nel febbraio 2019 ovvero nel gennaio 2020, come ipotizzato dal Tar le abbia cagionato un danno. Si può dunque procedere serenamente al grande lavoro che ci impone il Pnrr nei due presidi ospedalieri».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here