Inflazione, rialzo dei prezzi del petrolio e del gas trascinano al ribasso le Borse europee

La chiusura dei mercati finanziari, i titoli in evidenza, le valute, lo spread Btp/Bund, le quotazioni del petrolio e del gas

Chiusura in rosso per le principali Borse europee, gli investitori temono un rialzo dei tassi da parte della Bce che riunirà il consiglio direttivo la prossima settimana. Non solo la presidente, Christine Lagarde, ha dichiarato che «non ci sono segnali chiari che l’inflazione sottostante abbia raggiunto il picco» ma il rialzo del prezzo del petrolio e del gas potrebbero accelerare l’aumento dei prezzi e spingere la banca centrale ad adottare misure restrittive.

Milano segna -0,78%, Francoforte -0,54%, Parigi-0,96%, Londra- 0,1%, Madrid -0,3%

Spread Btp/Bund a 168 punti (variazione +0,91%, rendimento Btp 10 anni +4,05%,  rendimento Bund 10 anni +2,37)

A Piazza Affari pochi titoli hanno chiuso in rialzo. In testa al Mib si colloca Mps (+1,61%) nell’ipotesi di imminenti operazioni straordinarie, seguita da Amplifon (+1,5%), Tenaris (+0,65%) e Iveco (+0,44%). In coda Hera (-2,91%).

Impennata dei prezzi del petrolio dopo che l’Opec+ ha annunciato che estenderà i tagli alla produzione anche al 2024. Inoltre l’Arabia Saudita ha deciso di realizzare una riduzione unilaterale di 1 milione di barili a luglio, con l’opzione di estenderla. Il Wti, scadenza luglio, sale dell’1,49%, attestandosi a 72,8 dollari al barile. Vola anche il prezzo del gas: +21,5% a 28,8 euro al megawattora.

L’euro vale 1,0713 dollari (da 1,076 venerdì) e 149,6 yen, mentre il dollaro/yen è pari a 139,63.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here