Waterfront di Levante: oggi termina il riempimento dei canali

Entro la fine della prossima settimana verrà demolita la paratia di Ponente in calcestruzzo e installato il ponte mobile sul canaletto

Waterfront di Levante: oggi termina il riempimento dei canali

Si concluderanno questa mattina le operazioni di allagamento dei canali del Waterfront di Levante, iniziate venerdì 27 maggio con lo “stappamento” dei 18 fori realizzati nella paratia di Ponente.

In totale l’area è pari 15mila metri quadrati di superficie, la profondità è di tre metri e mezzo, la capienza è di 54mila metri cubi d’acqua e la lunghezza di circa 450 metri. A procedura ultimata il Padiglione B Jean Nouvel si trasformerà in un suggestivo “isolotto” immerso nel mare.

Un impianto tecnologicamente avanzato di ricircolo dell’acqua, detto “talassotermico”, farà in modo che le acque dei canali siano sempre limpide e pulite.

Le prossime tappe del progetto di realizzazione del Waterfront di Levante prevedono, entro la fine della prima settimana di giugno, la demolizione della paratia di Ponente in calcestruzzo, l’installazione del ponte mobile sul canaletto tra i due nuovi edifici residenziali e il Palasport, lo smontaggio e la rimozione della paratia metallica di Levante.

«È una giornata storica per Genova. Dopo tanto lavoro finalmente l’acqua si avvicina alle mura della città e i genovesi si potranno riappropriare del loro mare – ha dichiarato il sindaco di Genova Marco Bucci durante le operazioni – Sarà un vero spettacolo quando tutto sarà pronto per l’arrivo del Grand Finale di The Ocean Race. Un ringraziamento a tutti coloro che stanno lavorando ogni giorno per rendere possibile tutto questo».

«Vedere riempirsi i canali del Waterfront di Levante è un risultato agognato e una grande emozione – ha commentato il vicesindaco di Genova Pietro Piciocchi – Voglio ringraziare pubblicamente i dipendenti del Comune di Genova e le aziende che, con passione e dedizione, hanno lavorato in questo cantiere molto complesso e molto impegnativo: un vero e proprio “cantiere parlante” nel cuore della città, che si racconta e si sviluppa nel contesto di un quartiere fieristico che qui svolge le proprie attività. Questo è molto bello, perché dà a tutti l’opportunità di vedere quello che avviene oggi e che è il simbolo di una città dinamica, che vuole crescere, che crede in grandi progetti e che sa affrontare grandi sfide. È questa la Genova che vogliamo. Invito tutti i genovesi a recarsi in corso Podestà per assistere dal vivo alla procedura di allagamento dei canali che durerà tutto il giorno».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here