Sanità: a Palazzo Ducale il convegno “Medicina digitale per la prevenzione e la cura”

Il 31 maggio: organizzato dal Distretto Rotary 2032 e dai Rotary e Rotaract Club genovesi

Mercoledì 31 maggio, dalle ore 8,30, presso il salone del Minor Consiglio del Palazzo Ducale, si terrà il convegno Medicina digitale per la prevenzione e la cura, organizzato dal Distretto Rotary 2032 e dai Rotary e Rotaract Club genovesi.

Dopo i saluti istituzionali di Anselmo Arlandini, governatore Distretto Rotary 2032, Giuseppe Costa, presidente Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Lorenza Rosso, assessore alla Famiglia e Disabilità, delegata del dindaco di Genova Marco Bucci, Federico Delfino, magnifico rettore dell’Università di Genova, Alberto Birga, presidente Rotary Club Genova e responsabile del progetto, illustrerà l’iniziativa che ha impegnato quest’anno tutti i Rotary e Rotaract genovesi, con numerosi partner. Modererà Riccardo Lorenzi, prefetto distrettuale Rotary Distretto 2032.

Il progetto Medicina digitale per la prevenzione e la cura ha visto coinvolti, dall’aprile 2022, sotto la regia dei Rotary e Rotaract Club genovesi, Asl 3 e Asl 4 della provincia di Genova, Ospedale Policlinico San Martino, ordini professionali di medici e ingegneri, Università di Genova e Liguria Digitale.

Nella seguente parte del convegno di mercoledì 31 maggio interverranno a spiegare il proprio supporto all’iniziativa Luigi Carlo Bottaro, direttore generale Asl 3, Paolo Petralia, direttore generale Asl 4, Alessandro Bonsignore, presidente Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Genova, Enrico Castanini, amministratore unico Liguria Digitale, Georgia Cesarone, delegata del presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Genova Enrico Sterpi.

Tra dicembre e maggio, il Rotary e i suoi partner di progetto hanno organizzato le giornate della prevenzione presso comuni, località decentrate e presso le case circondariali di Genova e Pontedecimo. Grazie anche all’ambulatorio mobile del Rotary, vero concentrato di tecnologia digitale, i cittadini hanno avuto libero accesso a prestazioni sanitarie offerte gratuitamente. Di questa azione svolta “sul campo”, riferiranno Mauro Tamagno, sindaco di Savignone, William Di Trapani, responsabile Croce Rossa Italiana Valle Scrivia, e Marco Salvi, direttore sanitario della Casa circondariale di Genova. Dei servizi offerti e dei risultati conseguiti diranno, invece, introdotti da Paolo Moscatelli, coordinatore medico del progetto, gli specialisti di riferimento per le aree di progetto: Massimo Nicolò per l’oculistica, Diego Bagnasco per la pneumologia, Carlo Gandolfo per lo screening di base e prevenzione ictus, Marina Simonini e Silvana Dellepiane per la teleriabilitazione, Sergio Agosti per la cardiologia.

Fin dalla sua prima uscita “sul campo”, il progetto Medicina digitale per la prevenzione e la cura si è proposto di conseguire risultati concreti, oltreché testare un metodo e segnare una via. Il gradimento da parte dei cittadini è stato molto alto, e lo si è raccolto, insieme ad alcuni suggerimenti per ampliare la portata del progetto. Enrico Serafini, referente progetto area statistica, illustrerà i risultati del sondaggio.

Una tavola rotonda, moderata da Tiziana Oberti, Primocanale, si terrà a chiusura del convegno. Vi prenderanno parte Anselmo Arlandini, governatore Distretto Rotary 2032, Alessandro Bonsignore, presidente Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Genova, Luigi Carlo Bottaro, direttore generale Asl 3,  Enrico Castanini, amministratore unico di Liguria Digitale, Marco Damonte Prioli, direttore generale Ospedale Policlinico San Martino di Genova, Luigi Gentile, presidente Commissione Salute Distretto Rotary 2032, Luciano Grasso, health city manager di Genova, Angelo Gratarola, assessore alla Sanità della Regione Liguria.

Le conclusioni del convegno saranno affidate a Anselmo Arlandini e Alberto Birga.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here