Pediatria on-air: il podcast di medici e ricercatori del Gaslini per raccontare l’universo pediatrico

Ogni puntata dura circa 5 minuti e approfondisce un particolare tema di medicina pediatrica

Pediatria on-air: il podcast di medici e ricercatori del Gaslini per raccontare l’universo pediatrico

Un nuovo modo di informare il pubblico e, in particolare i genitori, su argomenti scientifici e medici che riguardano i bambini in modo chiaro e approfondito: si chiama “Pediatria on-air” il canale dedicato ai podcast dell’Ospedale Giannina Gaslini. Un’enciclopedia a cura dei medici e dei ricercatori dell’Istituto per offrire un quadro divulgativo del mondo pediatrico.

Sono stati già pubblicati i primi otto episodi “pilota”. Ogni puntata dura circa 5 minuti e approfondisce un particolare tema di medicina pediatrica. Il programma è fruibile sia dal sito del Gaslini (a questo link) sia su Spotify.

Pediatria on-air è nata inizialmente su iniziativa del professor Luca Ramenghi, direttore della UOC di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale e del Dipartimento Materno- Neonatale, per sensibilizzare e informare il pubblico, cercando di porre rimedio alla costante e sempre viva paura delle gestanti e dei loro partner per il parto e la nascita. Questo progetto si sta amplificando coinvolgendo i professionisti del Gaslini su molti altri argomenti pediatrici, che saranno pubblicati nelle prossime settimane.

Gli argomenti finora trattati sono:

– Lo stroke fetale; una forma di ictus che colpisce i feti. Ne parla Luca Antonio Ramenghi, direttore del Dipartimento materno-neonatale e UOC Patologia e terapia intensiva neonatale.

– Il parto vaginale operativo, una tipologia di parto che prevede l’applicazione di ventose e forcipe. Lo racconta Federico Prefumo, direttore dell’UOC Ostetricia e ginecologia.

– La miopia nel neonato, per comprendere se la miopia (un difetto della vista da lontano) può essere un problema anche per i più piccoli. Lo spiega Massimiliano Serafino, direttore dell’UOC Oculistica.

– La toxoplasmosi in gravidanza, una malattia parassitaria normalmente asintomatica e ad autorisoluzione. Quali rischi comporta per il feto se la gestante la contrae? A cura di Emilio Cristina, responsabile del Centro per la toxoplasmosi e le infezioni in gravidanza, UOC Pediatria e Malattie Infettive.

– Gli oligodendrociti. Cosa sono queste cellule e qual è il ruolo scopo nella maturazione dell’encefalo? Di Luca Antonio Ramenghi, direttore dell’UOC Patologia e Terapia Intensiva Neonatale.

– L’infezione da CMV in gravidanza: problematiche e terapie. Si tratta di uno degli otto virus appartenenti alla famiglia Herpesviridae, cosa succede in gravidanza? Spiega Emilio Cristina, responsabile del Centro per la toxoplasmosi e le infezioni in gravidanza.

– Il riflesso pupillare del neonato. Perché l’esame è importante già dalla tenera età? Risponde Massimiliano Serafino, direttore dell’UOC Oculistica.

– L’occhio cisposo. Nel neonato può essere un problema? Ancora Massimiliano Serafino, direttore dell’UOC Oculistica.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here