Olio Calvi vince il premio Eccellenze olearie della Liguria

Il concorso all'interno della manifestazione Mare&Mosto dell'Ais Liguria

Olio Calvi si aggiudica il primo premio “Eccellenze olearie di Liguria“, assegnato dall’Associazione italiana sommelier della Liguria durante la manifestazione Mare & Mosto – Le vigne sospese di Sestri Levante.

Il concorso ha visto la collaborazione del Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine Riviera Ligure dop e il panel di assaggio era guidato da Lugi Caricato, noto oleologo di fama internazionale e direttore di Olio Officina, punto di riferimento per l’evoluzione del settore oleario. In totale al concorso erano presenti 24 etichette di olio Riviera Ligure dop.

I fratelli Gianni e Luca Calvi si occupano dell’azienda da molti anni e proprio Gianni commenta: «Non ci aspettavamo una vittoria, semmai un buon piazzamento. Sapevamo di aver prodotto un olio di alto livello, come del resto sono tutti gli oli Riviera Ligure dop. Avere qualcosa in più non era scontato, perché veniamo da un’annata difficile, contraddistinta dalla siccità. In ogni caso si tratta di una grande soddisfazione che condividiamo con gli olivicoltori che collaborano con noi ed in particolare con quelli di Lucinasco, dove sono state coltivate le olive che hanno dato l’olio della vittoria».

«Noi non siamo frantoiani da generazioni e ci siamo accostati al mondo della frangitura da dieci anni, con molta umiltà e voglia di imparare − dice Gianni Carli −. Abbiamo un frantoio a due fasi e proprio prima dell’ultima stagione si è rinnovato il complesso con un nuovo frangitore multifunzionale. Utilizziamo prevalentemente i coltelli, raffreddati ad acqua. In più, il decanter permette di minimizzare l’impiego dell’acqua, facendo sì che l’olio mantenga i suoi fenoli. Anche per questo adottiamo una gramolazione veloce. Il nostro intento è quello di produrre un olio che faccia esprimere l’oliva taggiasca ligure in modo ampio, con più profumi, più fenoli, attenzione alla persistenza del piccante. Un riconoscimento come quello di Mare e Mosto ci fa capire che è questa la strada da seguire».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here