I 12 candidati al premio Strega 2023 si raccontano a Palazzo Ducale

L'appuntamento di mercoledì 31 maggio segna l'avvio del programma di Genova capitale del libro

Mercoledì 31 maggio, a Palazzo Ducale, gli autori selezionati per la fase finale del premio Strega incontreranno il pubblico.

Alle ore 18 i candidati saranno nella sala del Maggior Consiglio: sarà l’occasione per ascoltare gli autori dei 12 libri che hanno superato la prima selezione della LXXVII edizione del prestigioso riconoscimento.

Prende dunque il via con un appuntamento di caratura nazionale il programma di Genova capitale del libro 2023.

Saranno presenti Maria Grazia Calandrone, Andrea Canobbio, Gian Marco Griffi, Vincenzo Latronico, Romana Petri, Igiaba Scego, Maddalena Vaglio, Carmen Verde, oltre a Loretta Santini di Elliot editore che presenterà Come d’aria di Ada D’Adamo; Rosella Postorino e Silvia Ballestra si collegheranno in video. Il dodicesimo autore, Andrea Tarabbia, non potrà essere presente all’appuntamento.

L’incontro sarà moderato da Serena Bertolucci, direttrice di Palazzo Ducale, e Giacomo Montanari, coordinatore del Tavolo della Cultura del Comune di Genova.

Sono stati proprio Bertolucci e Montanari a stilare il progetto “A Pagine spiegate!” con il quale Genova si è aggiudicata la medaglia di Capitale del Libro 2023. Il passaggio di consegne con la città di Ivrea si è svolto ufficialmente domenica scorsa, nel corso di un incontro presso Salone del Libro di Torino, cui ha partecipato anche il sindaco di Genova Marco Bucci.

«Mercoledì 31 maggio sarà una grande serata per Genova – sottolinea il sindaco Marco Bucci –. Avere nella nostra città gli autori finalisti del Premio Strega è motivo di orgoglio e segna l’inizio di un anno ricco di eventi che vedranno Genova protagonista. Andiamo avanti a “pagine spiegate”».

Il programma di Capitale del Libro prevede un vasto numero di attività sul territorio con letture pubbliche e interventi strutturali alle biblioteche cittadine, attività educative e mostre. Ideale conclusione di questo ricco carnet di proposte sarà la XIII edizione de La Storia in Piazza, il cui focus – dal 14 al 17 marzo – sarà, non a caso, “Libro e Libertà” e si svolgerà come sempre negli spazi di Palazzo Ducale.

Partecipa all’evento di mercoledì 31 maggio a Palazzo Ducale anche il Club di lettura “Gli scompaginati”, uno dei club che vota per la scelta del vincitore della LXXVII edizione del Premio Strega.

Il premio Strega

Il premio Strega venne annunciato il 17 febbraio 1947, nell’immediato dopoguerra. Nato in seno al gruppo letterario degli Amici della domenica, i titoli vengono selezionati da una giuria “vasta e democratica” – come scrisse la sua ideatrice, Maria Bellonci – che “confermasse il nuovo acquisto della democrazia”.

Dalla sua nascita il premio ha rappresentato gli umori dell’ambiente culturale e dei gusti letterari degli italiani. I libri premiati hanno raccontato il Paese, ne hanno documentato i mutamenti linguistici, i cambiamenti del costume. Nella sua lunga storia ha fornito una chiave per leggere la storia e il presente attraverso lo specchio della narrativa contemporanea

I libri candidati alla vittoria nel 2023 sono letti e votati da una giuria composta da 660 aventi diritto. Ai voti degli Amici della domenica si aggiungono quelli espressi da studiosi, traduttori e appassionati della nostra lingua e letteratura selezionati dagli Istituti italiani di cultura all’estero, lettori forti scelti da librerie indipendenti distribuite in tutta Italia, voti collettivi espressi da scuole, università̀ e gruppi di lettura, tra i quali i circoli istituiti dalle Biblioteche di Roma.

Il meccanismo del premio prevede che l’opera di ogni autore venga “presentata” nelle varie fasi da un membro della giuria.

Il premio è promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega.

I 12 libri selezionati

Silvia Ballestra, La Sibilla. Vita di Joyce Lussu (Laterza), presentato da Giuseppe Antonelli.

Maria Grazia Calandrone, Dove non mi hai portata (Einaudi), presentato da Franco Buffoni.

Andrea Canobbio, La traversata notturna (La nave di Teseo), presentato da Elisabetta Rasy.

Ada D’Adamo, Come d’aria (Elliot), presentato da Elena Stancanelli.

Gian Marco Griffi, Ferrovie del Messico (Laurana Editore), presentato da Alessandro Barbero.

Vincenzo Latronico, Le perfezioni (Bompiani), presentato da Simonetta Sciandivasci.

Romana Petri, Rubare la notte (Mondadori), presentato da Teresa Ciabatti.

Rosella Postorino, Mi limitavo ad amare te (Feltrinelli), presentato da Nicola Lagioia.

Igiaba Scego, Cassandra a Mogadiscio (Bompiani), presentato da Jhumpa Lahiri.

Andrea Tarabbia, Il continente bianco (Bollati Boringhieri), presentato da Daria Bignardi.

Maddalena Vaglio Tanet, Tornare dal bosco (Marsilio), presentato da Lia Levi.

Carmen Verde, Una minima infelicità (Neri Pozza), presentato da Leonardo Colombati.

La proclamazione degli autori finalisti si terrà mercoledì 7 giugno al Teatro Romano di Benevento, alla presenza dei dodici candidati e del pubblico, mentre l’elezione del vincitore si svolgerà giovedì 6 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. Come nelle passate edizioni, anche quest’anno la premiazione sarà trasmessa in diretta su Rai3 alle 23.00.

La Fondazione Bellonci, dedicata alla scrittrice Maria Bellonci e al critico letterario Goffredo, organizza ogni anno il Premio Strega. Svolge anche un’intensa attività di diffusione della letteratura italiana contemporanea, in special modo nelle scuole. Nel tempo si è fatta inoltre promotrice di numerose iniziative culturali in Italia e all’estero con l’obiettivo di valorizzarne il patrimonio storico, artistico e letterario.

È stata istituita nel 1986 da Anna Maria Rimoaldi ed è stata presieduta da Antonio Maccanico e, dal 2013 al 2017, da Tullio De Mauro. Gli attuali presidente e direttore sono Giovanni Solimine e Stefano Petrocchi

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here