Fratelli Carli, emissioni compensate per tutta la logistica di consegna

L'azienda imperiese ha compensato la totalità delle emissioni di CO2 generate da tutte le consegne dei propri prodotti alla clientela, in Italia e nei mercati esteri

Fratelli Carli, emissioni compensate per tutta la logistica di consegna

Fratelli Carli, la prima azienda italiana produttrice certificata B Corp nel 2014 e poi diventata anche società benefit nel 2019, segna un nuovo importante traguardo all’insegna della sostenibilità.

L’azienda olearia, dopo aver misurato e ridotto le emissioni della propria logistica di consegna, ha infatti deciso di compensare il 100% delle emissioni rimanenti sostenendo progetti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e tramite tecnologie per la transizione energetica.

Il calcolo delle emissioni prende in considerazione l’intero processo logistico:
– il trasporto primario, che comprende tutti i viaggi dalla sede di Imperia ai depositi;
– il trasporto secondario, che include invece i viaggi verso i 20 negozi di proprietà in Italia e le consegne fino a casa dei clienti, svolte in Italia dai 120 padroncini che lavorano in esclusiva per l’azienda e da corrieri selezionati in Europa (in Francia, Austria, Germania e Svizzera).

In particolare, per quanto riguarda l’Italia, i consegnatari sono stati coinvolti in un percorso
virtuoso che pone attenzione all’ottimizzazione dei mezzi, degli itinerari, dello stile di guida e dello smaltimento dei rifiuti derivanti dall’attività di trasporto. Questo obiettivo rappresenta un progresso importante nel percorso intrapreso verso la carbon neutrality che impegna l’azienda nel suo complesso.

Al momento è terminata la mappatura completa di tutte le emissioni, Scope 1, Scope 2 e Scope 3, quindi anche di quelle cosiddette “esterne” all’azienda e che sono generate da tutti i processi a valle e a monte della stessa.

La strategia di decarbonizzazione parte dall’utilizzo di energia elettrica proveniente
esclusivamente da fonti rinnovabili, e in parte anche autoprodotta, e si propone, dopo aver individuato le traiettorie emissive, di identificare iniziative e target che possano portare a raggiungere il risultato atteso.

Un nuovo importante tassello si aggiunge quindi al lungo percorso di innovazione sostenibile intrapreso ormai da anni da Fratelli Carli, da sempre impegnata nella ricerca di soluzioni rispettose per l’ambiente e per il benessere delle persone.

Così commenta Claudia Carli, brand marketing manager di Fratelli Carli e rappresentante
della IV generazione della famiglia: «Abbiamo un obiettivo ambizioso: innovare il nostro modo di essere azienda. Non solo per limitare l’impatto sull’ambiente, ma per diventare un’impresa che contribuisca attivamente a rigenerare le risorse e gli equilibri di un sistema ambientale sempre più a rischio».

Questo solido impegno aziendale è testimoniato ogni anno dal Bilancio di sostenibilità nel quale vengono formalizzati i risultati raggiunti e gli obiettivi ESG prefissati nel breve e medio termine, come ad esempio:

  • Implementare un nuovo piano di welfare per i dipendenti.
  • Portare al 50% la percentuale delle linee di prodotto per le quali viene svolta un’analisi del ciclo di vita dal punto di vista ambientale (Slca).
  • Sviluppare progetto “Oliveto sostenibile” per lo studio di pratiche di coltivazione sostenibile dell’olivo.
  • Valutare, secondo criteri ambientali e sociali, almeno l’80% dei fornitori rilevanti.
  • Implementare un piano per il raggiungimento della carbon neutrality dell’organizzazione.
  • Mantenere la percentuale di rifiuti inviati al recupero superiore al 90% sul totale dei rifiuti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here