Finale Ligure: occupazione alberghiera già intorno all’80% per i ponti primaverili

Si mantiene alto l'interesse dei turisti anche dopo il weekend di Pasqua da tutto esaurito

Weekend di Pasqua da tutto esaurito a Finale Ligure: a confermarlo i dati delle Online Travel Agency, totalmente al completo, e delle altre piattaforme digitali come Booking, con oltre il 93% delle strutture prenotate, e AirBnB, con il 99% degli alloggi occupati.

Numeri in linea con quelli comunicati da Regione Liguria, che nel savonese ha registrato tassi di riempimento delle camere vicini al 100%, e con quelli diffusi dal portale di prenotazione di case e appartamenti Holidu.it, che ha collocato Finale Ligure nella top 20 delle destinazioni più ricercate per soggiorni di Pasqua, con arrivo compreso tra l’1 e il 7 aprile 2023 e partenza compresa tra i giorni 11 e 15 aprile 2023.

Vanno in questa direzione anche le previsioni per i prossimi ponti primaverili del 25 aprile e del 1° maggio, con occupazione già intorno all’80%.

Nel lungo weekend di Pasqua 2023, si sono rivolte agli uffici di Informazione e accoglienza turistica oltre 800 persone – 250 tra Finalmarina e Finalborgo e 553 all’Outdoor Base del Consorzio For Finale Outdoor Region – con un incremento complessivo del 40% circa rispetto all’affluenza nella Pasqua 2022.

L’interesse per la destinazione Finale Ligure in questa primavera pare confermato anche dal traffico organico sul sito internet visitfinaleligure.it, che ha registrato il raddoppio degli accessi nelle ultime due settimane. Significative, per definire la domanda turistica stagionale, anche le pagine più consultate: sentieri, mare di primavera, castelli e fortezze, falesie e mountain bike.

«In queste vacanze pasquali, spiagge e stabilimenti balneari, sentieri e borghi finalesi si sono riempiti di vita, raccogliendo il frutto di un’offerta turistica ampia e variegata, in grado di soddisfare tutti i gusti, dall’outdoor al primo mare di stagione, fino alla cultura e all’enogastronomia − ha commentato Clara Brichetto, assessore al turismo di Finale Ligure −. Se è vero che il nostro turismo è ormai sulla buona strada della destagionalizzazione, è sempre nella primavera-estate che il nostro territorio dà il meglio di sé».

«Pasqua e le festività di primavera costituiscono per Finale Ligure una prova generale dell’estate e tracciano una tendenza significativa e preziosa per orientare il lavoro degli operatori e dell’amministrazione, ma anche per valutare l’efficacia delle nostre politiche, delle strategie e degli investimenti per il turismo − commenta Ugo Frascherelli, sindaco di Finale Ligure −Questo avvio di stagione ci conferma la bontà del lavoro di lungo periodo che la destinazione ha intrapreso per evolvere la sua offerta e renderla sempre più appetibile 365 giorni all’anno, grazie alla sua capacità di rinnovarsi e ripensarsi continuamente. E nel segno dell’innovazione continueremo a muoverci anche per i prossimi mesi e le prossime stagioni».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here