Aurelia bis, Unione industriali Savona e Comune di Albisola chiedono un’accelerazione

Il cantiere per concludere la galleria di Albisola ripartirà a maggio, urgente anche il ribaltamento del casello autostradale

Aurelia bis, Unione industriali Savona e Comune di Albisola chiedono un’accelerazione

Ripartirà a maggio il cantiere della galleria per l’Aurelia bis che dovrà collegare Albisola Superiore con Savona, sgravando parte di traffico stradale sull’Aurelia. Dopo l’annuncio formale da parte di Anas e delle istituzioni sovracomunali, il presidente dell’Unione Industriali della Provincia di Savona, Angelo Berlangieri, e il sindaco di Albisola Superiore, Maurizio Garbarini, hanno verificato con un sopralluogo lo stato dell’opera.

«Adesso, serve un’accelerazione dell’iter e stop agli annunci già ripetuti, almeno, tre volte. Il tempo non è una variabile indifferente per chi vive e lavora in questo territorio. Sono stati ipotizzati 1000 giorni di lavori per il 20% dell’infrastruttura mancante, l’auspicio è di una riduzione rispetto a questa previsione. Inoltre, particolare non secondario serve l’urgente ribaltamento del casello autostradale di Albisola lungo l’A10, altrimenti, l’investimento dell’Aurelia bis assumerebbe un valore marginale, relativamente, alla sua utilità», dichiara Berlangieri.

Analoga la posizione di chi, assieme alla propria cittadinanza, ha vissuto le varie fasi di una lungaggine, tuttora, senza fine. Riferimento, il primo cittadino di Albisola: «Auspico che questa ripartenza sia, veramente, il preludio a una conclusione definitiva. L’Aurelia Bis per il nostro Comune rappresenta una vicenda dolorosa, sinonimo di lungaggini operative e burocratiche non più accettabili. Dopo 15 anni, crediamo d’avere il diritto di vedere l’arteria terminata e, per questo, rivolgiamo un appello all’efficienza tanto ad Anas quanto a tutte le istituzioni. Parallelamente, chiediamo un impegno concreto sul ribaltamento del casello fondamentale all’intero comprensorio».

Fa eco alle posizioni di Berlangieri e Garbarini, il sindaco di Savona, Marco Russo: «Il Comune di Savona condivide le motivazioni rappresentate oggi dal Comune di Albisola Superiore, con particolare riferimento al casello autostradale. I tre Comuni interessati direttamente dall’opera, le categorie economiche e sociali del territorio sono state capaci di far fronte comune nel richiedere il completamento dell’infrastruttura. Grazie a questa azione stiamo integrando le linee del Priimt facendo prevedere a Regione Liguria l’inserimento di opere fondamentali quali, appunto, il nuovo casello di Albisola Superiore e lo svincolo della Margonara».

«La ripresa dei lavori sul primo lotto è tuttavia necessaria sia perché propedeutica a tutto il resto, sia per dare alla comunità un segnale di ripresa − aggiunge Russo −. Da questo punto di vista, anche noi abbiamo accolto con favore e fiducia il nuovo cronoprogramma annunciato da Anas, oltre alla previsione di poter terminare i lavori prima del termine previsto di 3 anni. Allo stesso tempo, benché continuiamo a ricevere rassicurazioni, non possiamo nascondere la preoccupazione per la mancata ripartenza dei lavori, annunciata in un primo tempo a marzo. Per questo ci associamo alla richiesta che venga rispettata l’ultima indicazione fornita da Anas che ha garantito che i lavori ripartiranno entro il mese di maggio. Contemporaneamente ci auguriamo che possa proseguire una proficua collaborazione con Anas e con Regione Liguria, sia per progettare e realizzare le necessarie opere accessorie sul primo lotto, sia per completare la progettazione del secondo lotto che collegherà corso Ricci al casello di Savona».

I vertici dell’Unione Industriali di Savona e il sindaco di Albisola Superiore hanno anticipato un ulteriore sopralluogo per verificare il reale avanzamento del cantiere il prossimo 20 maggio, a distanza di 30 giorni dall’attuale confronto.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here