Albenga, iniziati i rifacimenti dei marciapiedi in via Trieste

Le magnolie, le cui radici avevano danneggiato la pavimentazione, saranno sostituite con dei lecci per evitare il ripresentarsi del problema

Albenga, iniziati i rifacimenti dei marciapiedi in via Trieste

Ad Albenga sono stati assegnati i lavori di manutenzione straordinaria dei marciapiedi di via Trieste: ad occuparsi degli interventi sarà la ditta F.lli Bologna, aggiudicatrice della gara.

Nella giornata di ieri l’azienda ha provveduto a predisporre il cantiere al fine di iniziare immediatamente l’intervento da 130 mila euro che interesserà, in particolare, il tratto che va da Piazza del Popolo fino a Via Don Isola.

Afferma il vicesindaco Alberto Passino: «Si tratta di un intervento particolarmente atteso che si è reso necessario per il grave stato di ammaloramento del marciapiede causato dalla presenza delle radici delle magnolie che saranno sostituite con dei lecci per evitare il ripresentarsi del problema».

Aggiunge l’assessore alle politiche sociali Marta Gaia: «Contestualmente adegueremo gli attraversamenti pedonali come già stabilito nel Peba, Piano eliminazione barriere architettoniche, e in coerenza con le scelte adottate nel progetto generale. In particolare realizzeremo scivoli di raccordo dei dislivelli che saranno differenziati cromaticamente e per materialmente mediante l’uso di listelli in cotto che garantiscono una maggior contrasto visivo necessario alle persone ipovedenti e/o non vedenti per distinguere le percorrenze orizzontali da quelle inclinate. Saranno inoltre usate pavimentazioni Loges LVTE per segnalare le direzioni consentite corrispondenti agli attraversamenti».

Conclude il sindaco Riccardo Tomatis: «Dopo Lungocenta Trento e viale Martiri interveniamo su via Trieste evidentemente danneggiata dalla presenza delle radici che, di fatto, hanno sconnesso la pavimentazione rendendo il marciapiede difficile da percorrere. Importante, inoltre, è l’attenzione che la nostra amministrazione sta ponendo nei confronti del superamento delle barriere architettoniche, infatti, così come stabilito dal Peba redatto dall’ing. Marino, adegueremo gli scivoli e posizioneremo la pavimentazione Loges per una migliore accessibilità della via».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here