Sestri Levante, Stefano Chioggia è il nuovo amministratore di Mediaterraneo servizi

Chioggia subentra a Marcello Massucco che ha lasciato la guida della società in house per candidarsi alla carica di sindaco nelle prossime elezioni cittadine

Si è insediato oggi il nuovo amministratore unico di Mediaterraneo servizi srl, società in house del Comune di Sestri Levante che si occupa della promozione e dello sviluppo turistico e culturale del territorio.

Stefano Chioggia è il nuovo amministratore della partecipata: classe 1956, laureato in Giurisprudenza, è stato dirigente dell’area 1 – Servizi amministrativi e alla persona del Comune di Sestri Levante fino alla fine del 2021.

Chioggia subentra a Marcello Massucco, 45 anni, che ha lasciato la guida della società in house per candidarsi alla carica di sindaco nelle prossime elezioni cittadine.

«La scelta di Stefano Chioggia – afferma il sindaco Pietro Gianelli – premia una professionalità consolidata sui temi del turismo e della cultura, maturata durante la sua lunga dirigenza all’interno dell’area 1 del Comune di Sestri Levante. Chioggia, oltre alla grande esperienza maturata sul campo, conosce bene Mediaterraneo servizi e le attività a essa affidate e siamo convinti che porterà avanti un ottimo lavoro. Tengo inoltre molto a ringraziare Marcello Massucco per l’attività svolta in questi anni nell’interesse della collettività».

Chioggia aveva lasciato l’incarico dirigenziale all’interno dell’amministrazione comunale nel dicembre del 2021, quando era andato in pensione.

L’incarico avrà durata di un anno ed è, come prescritto dalle norme in materia, a titolo gratuito.

Dichiara Stefano Chioggia: «Al momento di lasciare il lavoro, un anno fa, avevo dato al sindaco la disponibilità a svolgere per il Comune incarichi di collaborazione a titolo gratuito su progetti per i quali la mia esperienza fosse ritenuta ancora utile. Una legge del 2012 prevede questa possibilità. Personalmente pensavo soprattutto ad alcuni progetti in corso relativi ai servizi digitali e alla sentieristica. L’incarico di amministratore di Mediaterraneo servizi è sicuramente più impegnativo. Ho ugualmente ritenuto di accettarlo sia per la delicatezza della fase in cui si trova l’amministrazione comunale, alla vigilia del rinnovo degli organi elettivi, sia perché l’incarico è strettamente limitato nel tempo (le elezioni) e nel mandato (la continuità dei servizi). Il mio compito è quello di traghettare la società partecipata al nuovo amministratore, che sarà nominato dal nuovo sindaco. Sono fiducioso di poterlo svolgere soprattutto perché la squadra delle persone che lavorano nei servizi di Mediaterraneo è forte e affiatata: la loro professionalità, riconosciuta da tutti, è il valore più grande da portare in affidamento ai nuovi amministratori comunali».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here