Sanità, dalla Regione impegno alla sensibilizzazione sulla donazione d’organi

L'assessore Gratarola: «L'ordine del giorno approvato conferma la strada già intrapresa»

Sanità, dalla Regione impegno alla sensibilizzazione sulla donazione d’organi

La Giunta regionale si impegnerà ad attivare una campagna di sensibilizzazione, coinvolgendo gli ordini dei medici e tutte le strutture sanitarie, nei confronti della popolazione ligure per promuovere l’importanza della donazione e la conoscenza delle nuove opportunità che la scienza mette a disposizione dei cittadini.

«L’ordine del giorno approvato va semplicemente nel solco delle attività che l’assessorato ha già avviato in merito», commenta l’assessore alla Sanità della Regione Liguria Angelo Gratarola.

«Con Anci-Federsanità si sta aprendo un dialogo per una proposta che attiene la formazione del personale delle anagrafi comunali – dice Gratarola – con l’obiettivo di consentire ai cittadini di esercitare la volontà di esprimere un parere sulla donazione d’organo all’atto del rilascio del documento di identità».

«Volontà di questa amministrazione, nel corso del 2023, è portare a Genova il corso TPM (Transplant Procurement Management) che ha lo scopo di formare alcune figure professionali sanitarie coinvolte nelle terapie intensive e nei trapianti degli ospedali liguri. C’è inoltre un appuntamento come quello del 16 aprile, Giornata nazionale per la donazione di organi, che rappresenterà per tutta la Liguria un ulteriore momento di sensibilizzazione e di riflessione su questo delicato tema, di grande valore sociale», conclude l’assessore.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here