Cominetti tra Genova e Parigi: due differenti stili in una mostra “diffusa”

La mostra è aperta fino al 4 giugno

Pittore, scenografo, incisore, grafico, scultore e cesellatore, Giuseppe Cominetti è protagonista della mostra inaugurata sabato 25 marzo presso la Loggia degli Abati di Palazzo Ducale a Genova. Un progetto originale che coinvolge anche altre due esposizioni, la Wolfsoniana di Nervi e il Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, aperte al pubblico nelle stesse date.

Due stili, Divisionismo e futurismo, e due città, Genova e Parigi. Questi sono i fulcri principali della sua produzione artistica e questo è quanto propone la mostra Divisionismo e futurismo tra Genova e Parigi.  L’obiettivo è quello di mettere in evidenza la versatilità e la poliedricità di Cominetti focalizzandosi in particolare su due periodi fondamentali della sua carriera d’artista: le opere del primo periodo genovese (1903-1908) e del successivo periodo parigino (1909-1916).

L’esposizione, visitabile fino al 4 giugno, curata da Matteo Fochessati e Daniela Magnetti, ripercorre la storia dell’artista che esordisce a Genova, città d’adozione in cui si sviluppa la sua formazione pittorica, per poi spostarsi a Parigi, dove ha la possibilità di dedicarsi alla sperimentazione che gli consentirà di modificare il suo linguaggio artistico.

Il progetto è promosso dal Gruppo Sella e prodotto dalla Direzione Artistica di Banca Patrimoni Sella & C. con la collaborazione di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Wolfsoniana e dell’Accademia Ligustica, grazie al contributo scientifico dell’Archivio Giuseppe Cominetti.

Luogo: Palazzo Ducale, Loggia Degli Abati, piazza Matteotti; Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, Wolfsoniana di Nervi.

Apertura al pubblico: dal 25 marzo al 4 giugno

Ingresso a Palazzo Ducale: da martedì a venerdì, ore 15-19; sabato e domenica, ore 10-19; la biglietteria chiude un’ora prima

Ingresso al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti: da martedì al sabato, ore 14.30 – 18.30

Ingresso alla Wolfsoniana di Nervi: fino al 31 marzo da martedì a domenica, ore 11 – 17;

Biglietto Palazzo Ducale, Loggia degli Abati

Intero 5 euro

Ridotto 3 euro

Biglietto Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti

ingresso libero

Biglietto Wolfsoniana di Nervi

intero 5 euro

ridotto 4 euro

Nato a Salasco Vercellese nel 1882, Cominetti si forma a Torino, dove segue i corsi tenuti all’Accademia di Belle Arti e dove nel 1902 ha la possibilità di visitare l’Esposizione internazionale delle arti decorative ed industriali moderne e l’Esposizione quadriennale di pittura. Nel 1902 si trasferisce a Genova, frequenta l’ambiente artistico locale e acquisisce da autodidatta la sua formazione pittorica.

Nel 1903 sperimenta il Divisionismo con il suo Polittico delle Ore, prendendo spunto da Gaetano Previati. Con il ritratto del fratello Gian Maria esprime tratti simbolisti e decadenti allora assai diffusi in Europa e con una forte indagine al tempo stesso psicologica ed espressiva. Nel 1909 stabilisce a Montparnasse il suo studio che trasferisce poi a Montrmartre, il cuore degli artisti a Parigi.

Muore a Roma nel 1930.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here