Calano le imprese femminili in provincia di Imperia: 156 in meno rispetto al 2021

Cala la partecipazione delle donne nei settori tradizionali (commercio, agricoltura, alloggio e ristorazione) ma crescono le nuove attività professionali, scientifiche e tecniche

Calano le imprese femminili in provincia di Imperia: 156 in meno rispetto al 2021

Il 2022 si è chiuso con un saldo negativo per le imprese a conduzione femminile imperiesi.

Secondo i dati dell’Osservatorio per l’imprenditoria femminile Unioncamere e InfoCamere, elaborati dall’Ufficio Studi e Orientamento al lavoro della Camera di Commercio Riviere di Liguria, al 31 dicembre 2022 in provincia di Imperia si contavano complessivamente 5.797 imprese femminili, 156 in meno del 2021.

Le imprese “in rosa”, che rappresentano il 23% del totale delle imprese registrate in provincia, sono diminuite del 2,6%.

Tale decremento è da imputarsi al fatto che lo scorso anno, per effetto di un contesto generale ancora complicato dagli effetti della pandemia, della guerra e della crisi energetica, molte meno donne hanno dato vita a un’impresa nei settori tradizionali (agricoltura, commercio, alberghi e ristoranti, attività di servizi).

L’andamento delle imprese femminili dello scorso anno mostra con chiarezza un cambiamento in atto nella partecipazione delle donne al sistema produttivo.

Alcune roccaforti della presenza imprenditoriale femminile hanno mostrato segni di debolezza: più precisamente il commercio (in cui le imprese guidate da donne sono 1.483 e incidono per il 27,2% sul totale del settore) ha perso ben 75 imprese femminili (-4,8%); l’agricoltura (dove le donne a capo di una impresa sono 1.089 e pesano per più del 29,5% sul totale) ne ha perse 50 (-4,4%); le attività di alloggio e ristorazione (in cui le imprese femminili sono 840 ed incidono per il 30,9%) contano 13 imprese femminili in meno (-1,5%).

Tra i settori che nel 2022 hanno visto, invece, aumentare il numero di imprese femminili vi è quello delle attività professionali, scientifiche e tecniche, in cui le imprese femminili sono aumentate di 15 unità (facendo registrare un incremento del 14,2%) e dove, anche grazie a questa dinamica, il tasso di femminilizzazione risulta pari al 22,9%. Altro comparto nel quale si registra un aumento è quello delle attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento dove si contano 6 imprese in più rispetto al 2021 (+7,8%) e dove il tasso di femminilizzazione risulta pari al 21,6%.

La tabella seguente fornisce il quadro dell’imprenditorialità femminile nella provincia di Imperia nel 2022.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here