Il Numero unico di emergenza 112 festeggia i 6 anni di attività in Liguria

Nel corso del 2022 la Centrale unica di risposta a ricevuto oltre un milione di chiamate di soccorso

Il Numero unico di emergenza 112 festeggia i 6 anni di attività in Liguria

Il Numero unico di emergenza 112 festeggia i 6 anni di attività in Liguria e l’ospedale Policlinico San Martino fornisce alcuni dati che rendono l’idea del servizio: 1.016.151 chiamate ricevute nel 2022 dalla Centrale unica di risposta 112, di cui 534.001 (circa il 53%) filtrate in quanto “improprie” e quindi non inoltrate alle Centrali operative competenti.

Le restanti chiamate di soccorso sono state così inoltrate:

  • Forze dell’ordine: 148.089 chiamate
  • Vigili del Fuoco: 46.741 chiamate
  • Emergenza sanitaria: 265.983 chiamate
  • Capitaneria di Porto: 410 chiamate
  • Polizia locale Genova: 20.927 chiamate

La direttiva europea prevede che componendo l’112, sia da telefono fisso che da cellulare, il cittadino possa accedere ai servizi di emergenza grazie a una Centrale unica di risposta (Cur) in grado di localizzare e inoltrare la richiesta di emergenza all’ente di soccorso adeguato e competente territorialmente. Inoltre, in caso di eventi complessi che richiedono l’intervento di più enti di soccorso, la Centrale operativa del Nue 112 ha la possibilità di allertarli tutti già a partire dalla prima chiamata.

La chiamata viene raccolta dalla Centrale unica di risposta che, anche grazie a specifiche tecnologie basate sui dati gps, localizza e identifica la natura dell’emergenza inoltrandoli alla Centrale operativa di secondo livello competente per un intervento immediato sul territorio.

Tra i vantaggi del sistema 112 vi è la possibilità, per tutti i cittadini, di raggiungere gratuitamente, attraverso un solo numero, tutti i servizi di emergenza con la garanzia di un accesso multilingue. Rilevante è infatti il servizio di interpretariato telefonico, che permette a tutte le centrali di secondo livello di entrare in conferenza con l’utente straniero e il mediatore linguistico, allo scopo di gestire le necessità di emergenza (sanitarie, ordine pubblico, ecc) nel modo più appropriato.

Tutte le chiamate sono poi localizzate attraverso differenti tecnologie; questa funzione risulta particolarmente rilevante per le chiamate provenienti da aree extra urbane, dove potrebbe risultare più difficile essere individuati.

La Cur, inoltre, effettua un’importante azione di filtro delle chiamate improprie (le cosiddette chiamate “non di emergenza”), garantendo così agli enti di soccorso di ricevere esclusivamente quelle richieste che necessitano del loro intervento.

Il Numero unico di emergenza 112 è attivabile anche con l’applicazione ufficiale Where are U, che consente di mettersi in contatto con la Centrale operativa e inviare in tempo reale la propria posizione. Se la situazione di emergenza non consentisse di parlare, attraverso Where Are U è possibile effettuare una chiamata muta che, con appositi pulsanti, consente di segnalare il tipo di soccorso richiesto.

«Questi dati confermano come l’utilizzo del Numero unico per le emergenze − affermano il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’Assessore alla Sanità Angelo Gratarola − consenta davvero una sempre maggiore tempestività ed efficienza nella gestione dei soccorsi grazie agli strumenti di filtro e di smistamento delle chiamate verso il soggetto più competente per la presa in carico di ogni specifica richiesta, attraverso anche la geolocalizzazione della chiamata, la traduzione simultanea per gli stranieri e la app sui nostri telefoni cellulari».

«Nel 2017 la Liguria fu la seconda Regione dopo la Lombardia ad attivare il Nue che è per noi motivo di orgoglio − ricordano Toti e Gratarola −: i cittadini hanno imparato a usarlo e a conoscerlo, anche i più piccoli grazie alle attività svolte nelle scuole. Il nostro ringraziamento è rivolto agli operatori laici che, dopo una specifica e adeguata formazione, con grande professionalità assicurano questo fondamentale servizio su tutto il nostro territorio».

«Il Nue 112 è un servizio strategico per tutte le emergenze che insistono sulla nostra Regione − aggiunge Paolo Frisoni, direttore dell’Emergenza territoriale 112/118 −: rappresenta il primo e fondamentale contatto del cittadino con gli enti del soccorso. Gli operatori sono consapevoli del loro ruolo nella catena dei soccorsi e a loro va il mio ringraziamento per l’impegno costante e la dedizione. Per il Nue 112 è fondamentale il lavoro in stretta sinergia con gli enti deputati al soccorso per questo abbiamo attive diverse collaborazioni ultima in ordine temporale quella con la Polizia locale riviera di Ponente e Savona che hanno svolto una giornata di formazione presso la nostra Cur».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here