Coop Liguria: rinnovati gli accordi integrativi aziendali

Si applicano ai circa 2.700 lavoratori della Cooperativa

Coop Liguria e le organizzazioni sindacali hanno rinnovato gli accordi integrativi aziendali in vigore per le due divisioni: uno per l’area supermercati e sede, l’altro per gli ipermercati.

Gli accordi, che integrano quanto disciplinato dal contratto collettivo nazionale di lavoro, attualmente in fase di rinnovo, e si applicano ai circa 2.700 lavoratori della Cooperativa, hanno permesso di trovare un compromesso soddisfacente tra le necessità di Coop Liguria e quelle dei lavoratori.

Al personale saranno garantiti: una maggiorazione dell’indennità di maternità, che includerà anche i ratei della quattordicesima; più libertà nella fruizione della pausa pranzo; un ampliamento della rosa di prestazioni di welfare a cui si può accedere “spendendo” il proprio premio di risultato (Coop Liguria è stata una delle prime imprese in Italia a offrire ai lavoratori l’opzione di utilizzare il premio per acquistare servizi di welfare, usufruendo così della detassazione e decontribuzione previste dalla legge); un ulteriore ampliamento della casistica per richiedere un anticipo sul Tfr (tra le opzioni aggiunte viaggi di studio dei figli, fecondazione assistita, riscatto del periodo di studi a fini contributivi).

A fronte di questo, la Cooperativa ha ottenuto una gestione più flessibile dell’orario di lavoro, che permetterà di far fronte più efficacemente all’attuale congiuntura economica, e il rinnovamento del parametro “qualità del servizio”, che è uno degli elementi cardine su cui si fonda il calcolo del salario variabile, oltre a essere un pilastro fondamentale della relazione tra Cooperativa e Soci.

«In vista di un 2023 che si annuncia molto difficile per le famiglie, a causa dell’inflazione elevata e dei costi energetici che incidono pesantemente sui consumi – commenta il presidente di Coop Liguria Roberto Pittalis – questo rinnovo contrattuale è una segnale positivo e conferma le buone relazioni sindacali che sussistono da sempre nella nostra Cooperativa, grazie alla volontà di entrambe le parti di agire con senso di responsabilità e all’insegna della concertazione. Non a caso già a fine 2022 abbiamo trovato un accordo a livello nazionale per erogare ai nostri lavoratori un anticipo sul futuro rinnovo contrattuale, 30 euro lordi al IV livello dal prossimo aprile, e un importo una tantum pari a 350 euro lordi. Di recente, inoltre, ci siamo aggiudicati il premio Best Work Life sul benessere organizzativo dei lavoratori, riconoscimento che ci rende particolarmente orgogliosi».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here